×

Clima, Greta Thunberg a Davos: ascoltiamo la scienza

Davos, 21 gen. (askanews) – Al World Economic Forum di Davos oggi primo round della sfida a distanza tra il presidente Usa Donald Trump e la giovane attività ambientale Greta Thunberg. L’attivista svedese ha preso parte al più giovane panel della storia del WEF, ripetendo il suo appello a un’azione immediata per affrontare il cambiamento climatico e ad ascoltare la scienza.

Al panel hanno preso parte, oltre a Thunberg, anche Salvador Gomez-Colon, portoricano che ha raccolto fondi per accrescere la consapevolezza sul cambiemento climatico dopo l’uragano Maria; l’attivista per i diritti delle ragazze e delle donne Natasha Mwansae Autumn Peltier, capo della commissione per l’acqua della Nazione Anishinbek di indigeni del Canada.

Thunberg ha ripetuto il suo appello: ascoltare la scienza e agire. “Se non trattiamo la crisi reale, non la possiamo risolvere”, ha affermato la giovane attivista.

Thunberg, citando i dati dell’IPCC, ha affermato che c’è il 67 per cento di possibilità che la temperatura globale cresca in pochi anni dell’1,5 per cento. “Questi numeri non sono un’opinione, o una visione politica, questa è la scienza”, ha affermato Thunberg.

“La crisi climatica semplicemente c’è. E finché non l’affronteremo, non andremo da nessuna parte”, ha dal canto suo detto Gomez Colon, 16 anni. E Mwansa (18 anni) ha rivendicato per la sua generazione un protagonismo: “La vecchia generazione ha l’esperienza, ma noi abbiamo idee ed energia”.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000