×

Coronavirus, almeno 170 morti e 7.711 casi di contagio in Cina

Pechino, 30 gen. (askanews) – Il numero totale dei morti da coronavirus in Cina è salito a 170. Lo ha annunciato la Commissione sanitaria nazionale cinese aggiungendo che i casi confermati di contagio, registrati in tutte le regioni cinesi, sono almeno 7.711.

E mentre il presidente della Fed, la Banca centrale americana, Jerome Powell, ha annunciato che il coronavirus crea delle incertezze per le prospettive economiche mondiali, il presidente cinese Xi Jinping ha ordinato all’esercito di prendersi in carico la lotta contro il contagio da nuovo coronavirus.

Intanto ad Honk Kong c’è stata tensione all’esterno di alcuni negozi dopo che migliaia di persone si sono precipitate a fare incetta di mascherine per paura del contagio dal virus.

“Ho fatto la fila per un’ora e 10 minuti e sono riuscita a comprare due scatole di mascherine. A casa è rimasta solo mezza scatola di mascherine”, racconta questa studentessa di 17 anni, aggiungendo che Hong Kong dovrebbe fare come Macao e permettere alle persone di acquistare le mascherine con la carta d’identità o come Taiwan che ha bloccato l’esportazione delle mascherine per garantire le scorte ai residenti.

Il virus partito da Wuhan è arrivato anche in Finlandia: il direttore dell’istituto nazionale della sanità finlandese ha annunciato il primo caso confermato di coronavirus. Un turista cinese di 32 anni, arrivato da Wuhan in Finlandia una settimana fa, è stato ricoverato in un ospedale della Lapponia.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000