×

Libia, Ministri Difesa ed Esteri Russia da Di Maio e Guerini

Roma, 18 feb. (askanews) –

pubblicate 6/12 ore 17.52 Nato Lavrov dal 00.11

da pillola di oggi

generiche Libia e Ue

Roma, 18 feb. (askanews) – Incontro a Villa Madama per Luigi Di Maio e Lorenzo Guerini con i loro omologhi russi, Sergei Lavrov e Sergei Shoigu. Una serie di colloqui sui rapporti tra Roma e Mosca e le questioni principali dell’attualità internazionale. Tema caldo: la Libia, sul quale l’Italia riconosce che la Russia sia un interlocutore importante.

L’obiettivo è far convergere Mosca su embargo e tregua. Lavrov era stato in Italia già a dicembre, per la conferenza Med. Poi era seguita la conferenza di Berlino del 19 gennaio scorso, che avrà un seguito anche a Roma il 19 marzo.

Secondo l’Onu “la situazione resta molto preoccupante” in Libia perché “nonostante alcuni segnali positivi” la popolazione continua a soffrire e la situazione economica continua a deteriorarsi, esacerbata dal blocco del petrolio.

Nel frattempo è giunta la proposta dell’Unione Europea per avviare una missione nel Mediterraneo orientale per monitorare l’embargo sulle armi in Libia. Tripoli attraverso al Jazeera ha detto che Bruxelles dovrebbe monitorare le frontiere marittime e terrestri, poiché le armi raggiungono le forze del generale Khalifa Haftar attraverso il confine con l’Egitto. L’Unione europea non può tuttavia posizionare truppe al confine tra Libia ed Egitto, due stati sovrani.

A entrare a gamba tesa come al solito anche la Turchia: l’approccio dell’Unione europea alla Libia non è corretto, perchè ci sono alcuni Paesi noti per sostenere le forze di Haftar dall’aria e da terra.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche