×

Boris Johnson in terapia intensiva, starebbe ricevendo ossigeno

Londra, 7 apr. (askanews) – Il primo ministro britannico Boris Johnson si trova in un reparto di terapia intensiva del St Thomas Hospital, nel centro di Londra, dove è stato trasferito lunedì sera dopo un peggioramento dei suoi sintomi di coronavirus.

Sono intanto fioccati gli auguri di pronta guarigione dei leader mondiali, da Trump, che glieli ha fatti durante una conferenza stampa, all’ex premier britannica Theresa May o al collega francese Emmanuel Macron via Twitter, solo per citarne alcuni.

Johnson, risultato positivo il 26 marzo scorso, era stato ricoverato in ospedale domenica sera ed era stato sottoposto a test dopo aver sofferto di persistenti sintomi di coronavirus, inclusa una temperatura corporea elevata, per più di 10 giorni. Secondo una fonte ospedaliera citata dai media locali a Johnson è stato somministrato ossigeno.

Il premier britannico ha chiesto al suo ministro degli esteri Dominic Raab, 46 anni, di sostituirlo per ora.

Il governo britannico è stato criticato per aver inizialmente rifiutato di seguire altri paesi europei nel chiedere alla popolazione di rimanere a casa mentre il virus si diffondeva. Lo stesso Johnson all’inizio di marzo aveva reso noto che stava ancora stringendo la mano a chi lo salutava. Due settimane fa il brusco cambiamento di linea con il premier che aveva ordinato un blocco della mobilità esterna dei cittadini a livello nazionale. Finora nel Regno Unito sono stati registrati oltre 50.000 casi di contagio con oltre 5.000 decessi, con il bilancio giornaliero più recente attestato a quota 439 morti.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.