×

Covid 19 detta agenda a Putin che rimanda la parata del 9 maggio

Milano, 17 apr. (askanews) – La misura di quanto sia pericolosa

la situazione coronavirus in Russia l’ha data Vladimir Putin,

rimandando la parata del 9 maggio, quello che doveva essere il

75esimo anniversario della vittoria nella II guerra mondiale. Ma

la pandemia non perdona: il numero totale di casi è arrivato a

32007 persone con 273 morti.

“Oggi davanti a noi una scelta difficile: il 9 maggio è per noi

sacro, ma la vita delle persone è senza prezzo”.

Come ha spiegato Putin la preparazione per un evento del genere

sarebbe dovuta iniziare già ora, ma il picco dell’epidemia non lo

permette. In queste immagini le prove in notturna dell’evento

dello scorso anno. E il 2020 doveva essere una data importante

per la retorica di stato, un’ulteriore dimostrazione muscolare

che però il Cremlino, ha dovuto rimandare. Insieme con

quell’opportunità che avrebbe potuto offrire il 9 maggio, nel

caso di presenza di ospiti stranieri. Per tentare di uscire

dall’isolamento politico. Ma l’agenda appunto, anche a queste

latitudini la detta il Covid 19.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.