×

Kim Jong Un vivo o morto? Per Seoul sta bene, ma Pechino tace

Pyongyang, 27 apr. (askanews) – Kim Jong-un vivo o morto? Continuano a rincorrersi i sospetti e le voci sullo stato di salute del leader nordcoreano da quando non si è fatto vedere durante le celebrazioni per la festa nazionale del 15 aprile, giorno in cui l’intero Paese commemora la nascita del fondatore del regime, Kim Il Sung, nonno dell’attuale leader.

La posizione di Seoul è ferma. Intervistato dalla Cnn, il consigliere speciale per la sicurezza nazionale del presidente sudcoreano Moon Jae, ha detto che Kim “è vivo ed è in buone condizioni di salute” e dal 13 aprile è rimasto a Wonsan, località turistica nella parte orientale del Paese.

Per Andrei Lankov, analista di base a Seoul e direttore del Korea Risk Group, tutte le notizie riguardanti lo stato di salute di Kim Jong Un “vanno prese con delle enormi pinze”.

“Tutte le cose che avete sentito nell’ultima settimana vanno prese con delle enormi pinze perché è sempre stato difficile e oggi impossibile ottenere qualsiasi cosa”.

“Tutto quello che riguarda la salute è sempre stato un segreto ben custodito nella società più riservata al mondo e a complicare le cose, c’è ora anche la pandemia di Covid”.

“Sono molto scettico sulle notizie riguardanti la sua morte. Giudicando il comportamento dei più alti funzionari nordcoreani, non si stanno comportando come si sarebbero comportati se avessero saputo che è morto o che sta per morire”, ha sottolineato.

Pechino invece non si sbilancia. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Geng Shuang, in conferenza stampa ha dichiarato:

“Sulla questione del presidente Kim Jong Un, nel corso della conferenza stampa della settimana scorsa, un giornalista mi aveva posto delle domande simili. Avevo allora affermato di non sapere quale sia la fonte di una simile notizia. Per la vostra domanda, devo ancora dire di non sapere qual è la fonte di una simile notizia. Non ho alcuna informazione da fornirvi sulla vostra specifica domanda”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora