×

Il coronavirus diventa arte con il progetto Covid19replicas

Londra, 25 mag. (askanews) – Trasformare il nemico pubblico numero uno in un’opera d’arte, per esorcizzare la paura e dare una forma diversa al virus che ha messo in ginocchio il mondo. E’ l’idea di Lorenzo Saa, un manager italo americano che vive a Londra e che ha la passione per l’arte e la fotografia. Nasce così il progetto Covid19replicas.

“E’ un progetto su instagram, nato veramente per caso. Una sera ho guardato la mia pianta grassa cosidetta a sedile di suocera e mi ha ricordato il coronavirus che vedevo ovunque in tv, ci ho messo su delle palline di feltro, ed eccoci – abbiamo il Covid19 in casa numero 1!”

Da questa intuizione il progetto che sta facendo il giro del mondo ha preso forma.

“Per me è una forma di resilienza perché facendone uno al giorno, col tempo mi sono reso conto che aiutava a mantenere una buona sanita’ mentale. Da un lato sviluppava la mia creatività, perché ogni giorno mi devo inventare qualcosa, ne ho già fatti 66, ma poi è un canale per affrontare la paura del virus – frutta e verdura sono meno spaventosi che il vero virus, e crea meno ansia”.

Lorenzo per lavoro si occupa di temi sostenibilità nel mondo della finanza e anche per il suo progetto ha voluto partire da una visione sostenibile della società contro gli sprechi.

“Gli oggetti sono che ho in frigo, soprattutto frutta e verdura, oppure oggetti che ho per casa, cerco di comprare frutta e verdura da produttori locali che in questo momento stanno soffrendo, o comunque da produttori sostenibili, nulla viene buttato perchè poi cucino e mangio fa frutta che uso senza nessun consumo addizionale”.

Lorenzo Saa sogna una mostra delle sue opere per ora condivise migliaia di volte sui social ma soprattutto un partneriato per supportare l’organizzazione mondiale della sanità a cui Trump sembra voglia staccare la spina!

“Spero proprio di porter aiutare organizzazioni che si occupano di questi problemi con le mie immagini da usare per la loro beneficenza o per il loro supporto”.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.