×

Cooperazione: progetto Sud Polo Magnetico, hub verso l’Africa

Napoli, 4 giu. (askanews) – Fare del Mezzogiorno d’Italia l’hub naturale per l’interazione commerciale e produttiva tra l’Europa e il continente africano: è uno degli obiettivi del progetto ‘Sud Polo Magnetico’ promosso dalla Camera di commercio ItalAfrica.

Il piano di investimenti per 100 miliardi previsto all’Europa per lo sviluppo della cooperazione tra l’Ue-Africa apre infatti un’importante occasione di crescita e sviluppo anche per le imprese e i territori europei che saranno in grado di interagire in modo efficiente con le realtà africane in crescita. Un’occasione che il sud Italia non deve perdere. “Il progetto ‘Sud Polo Magnetico’ si candida a supportare le istituzioni e le imprese affinché il Mezzogiorno diventi l’hub europeo per i rapporti con i paesi africani – spiega Alfredo Cestari, presidente della Camera di commercio ItalAfrica – Ci sono disponibili 100 miliardi di euro e la Camera di commercio ItalAfrica grazie al suo know-how e alla presenza consolidata nel continente può semplificare le procedure e rendere immediatamente operative le le progettualità a favore dei giovani, delle donne, delle imprese. E’ importante utilizzare correttamente le zone economiche speciali che sono state istituite per creare una piattaforma che possa incontrare il grande mercato del continente africano aiutando a ridurre le disuguaglianze di questo popolo e aiutando anche le nostre imprese a creare nuovo mercato e soprattutto nuova occupazione”.

La Camera di commercio ItalAfrica, struttura italiana che coinvolge nelle sue attività i 19 Paesi dell’Africa Continentale, ha illustrato le linee di sviluppo del progetto Sud Polo Magnetico nel corso di un webinar al quale hanno partecipato i rappresentanti istituzionali sia europei sia dei Paesi africani. Tra questi anche il sottosegretario al Commercio della Repubblica dell’Angola, Amadeu De Jesus Alves Leitao Nunes. “L’Angola si trova oggi in un momento di transizione economica e sociale resa più delicata sia dall’emergenza Covid, sia alla riduzione del prezzo del petrolio – ha detto il sottosegretario – pertanto tutti i programmi di supporto e sviluppo sono per noi importanti, ma in particolare lo sono quelli dell’Italia, primo Paese a riconoscere l’indipendenza della nostra nazione. Quindi ringrazio l’Italia per il suo impegno: siamo aperti per ricevere le imprese italiane, soprattutto attraverso il progetto Sud Polo Magnetico”.

Al webinar ha partecipato anche l’europarlamentare Andrea Cozzolino, presidente della Delegazione per le relazioni con i Paesi del Maghreb.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.