×

Brexit, Barnier (Ue): nessun progresso significativo con Londra

Milano, 5 giu. (askanews) – “Il mio dovere come negoziatore è dire la verità: non ci sono stati progressi significativi” nei negoziati tra Ue e Regno Unito per la Brexit. Fin troppo chiaro Michel Barnier, capo negoziatore Ue per la Brexit. Londra si rifiuta di prolungare il periodo di transizione. Se non vi è alcuna decisione in merito a una proroga, “il Regno Unito lascerà il mercato unico e l’unione doganale in meno di 7 mesi”, ha aggiunto.

Immediata la replica da Londra che nota come i colloqui di questi mesi (in digitale a causa del lockdown) hanno i loro “limiti”, occorre “accelerare”. Londra e Bruxelles faticano a trovare un punto di incontro in materia di pesca e sul cosiddetto level playing field, ovvero la parità di condizioni a livello di concorrenza. In questo contesto non ci sono stati progressi neppure sulla clausola di non regressione nella regolazione in ambiti sensibili come gli standard di lavoro, sociali, ambientali, di concorrenza, fiscali.

Ancora lontani anche sulla governance del futuro partenariato, mentre sulla cooperazione giudiziaria e di polizia molto da fare, ma la discussione è positiva, secondo Barnier.

In sostanza Bruxelles ha avvertito che un accordo dovrebbe essere raggiunto con Londra entro il 31 ottobre, mentre il Regno Unito rifiuta per il momento un’estensione del periodo di transizione, oltre la fine di dicembre.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.