×

Francia, primo Consiglio dei ministri del governo di Castex

Roma, 7 lug. (askanews) – Primo consiglio dei ministri per il nuovo governo francese di Jean Castex. La nuova squadra è formata in questa fase da sedici ministri, quattordici vice ministri e un segretario di Stato. Altre nomine, a livello di segretari di Stato, sono ancora previste nei prossimi giorni.

Il nuovo esecutivo si rinnova fino a un terzo rispetto a quello di Edouard Philippe ed è caratterizzato dal ritorno alla politica dell’ex ministro della Sanità dell epoca di Chirac, Roselyne Bachelot, che si era riconvertita in editorialista televisiva. Ha assunto il portafoglio della Cultura spiegando di voler essere “il ministro degli artisti” e promettendo gli “Stati Generali dei Festival”, vittime dell’epidemia di Covid-19.

Un’altra grande sorpresa è stata l’ingresso di un principe del foro, l’avvocato penalista Éric Dupond-Moretti come ministro della Giustizia. Due nomine che gli editorialisti, abbastanza perplessi, non hanno mancato di mettere in evidenza.

Molti hanno sottolineato come queste nomine “valgano per la loro personalità e notorietà e non per il loro peso politico”.

Nonostante il nuovo governo francese di Jean Castex annunciato ieri punti a costituire “un esecutivo di missione e aggregazione” in vista del 2022, i francesi non si aspettano molto dalla nuova squadra alla guida del Paese. Secondo un sondaggio Odoxa-Dentsu Consulting, realizzato in partnership con France Info, l’81% dei cittadini d’Oltralpe sospetta che il presidente Emmanuel Macron non voglia cambiare nulla della politica perseguita fin dal 2017. Per gli interpellati, “il nuovo percorso” in Francia non convince ancora in pieno.

Nonostante questo, il 51% delle persone intervistate si è detto soddisfatto della composizione del nuovo esecutivo. Gradimento per il primo ministro Castex è stato espresso inoltre dal 52% degli intervistati.

© Riproduzione riservata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.