×

Enav, cresce ancora all’estero con nuovo contratto in Ruanda

Roma, 23 ott. (askanews) – Enav si aggiudica un’importate contratto con la Rwanda Airports Company per la fornitura di sistemi all’avanguardia di informazione e comunicazione aeronautiche.

Il gestore del controllo del traffico aereo del paese africano si aggiunge così alla lunga lista di clienti esteri del gruppo, come spiega la resposabile marketing strategico dell’Enav, Cristiana Cafiero. “Enav attraverso la controllata Ids AirNav ha firmato un contratto con l’aviazione civile del Ruanda per la fornitura di un sistema per la gestione dei dati aeronautici e della messaggistica aeronautica e quindi il Ruanda si va ad aggiungere al portafoglio clienti che il gruppo Enav ha in questo momento che conta circa 100 clienti in tutto il mondo”.

“La fornitura al Ruanda è di fondamentalmente due sistemi, uno per la gestione delle informazioni aeronautiche, e quindi una banca dati con tutti i dati aeronautici attraverso la quale l’aviazione civile potrà raccogliere gestire e produrre informazioni aeronautiche in modo sicuro. L’altro sistema riguarda la messaggistica aeronautica che viene scambiata quindi dall’aviazione civile e anche quello viene fatto e integrato in modo sicuro per garantire la qualità dei dati aeronautici da standard internazionali”.

Il contratto, sottolinea Cafiero, conferma che quello della vendita di servizi all’estero è un business in forte crescita per il Gruppo. “Il gruppo Enav sul mercato non regolato sulla semestrale quest’anno ha raggiunto circa 12 milioni di euro di ricavi andando a triplicare i ricavi rispetto all’anno scorso”.

© Riproduzione riservata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Bolzano,Kompatscher: stop mobilità Regioni devastante per turismo
Video

Bolzano,Kompatscher: stop mobilità Regioni devastante per turismo

1 Dicembre 2020
Roma, 1 dic. (askanews) - https://www.facebook.com/ProvinciaBolzano/videos/1325900837760815 videdoc 30.22-31.27 "Si prevede che man mano tutte le Regioni passeranno alla fascia gialla, perché il rischio si sta riducendo in tutte le Regioni,…
Contents.media