×

Franceschini replica a critiche: non si è percepita gravità crisi

Roma, 26 ott. (askanews) – “Vorrei rispondere alle osservazioni che ho ricevuto con la stessa franchezza con cui le critiche e le osservazioni sono state rivolte a me: ho l’impressione che non si sia percepita la gravità della crisi, non si è percepito quali sono i rischi del contagio in questo momento. E del resto verrebbe da chiedersi: perché quando sono stati chiusi ugualmente i cinema e i teatri a marzo non c’è stata questa ondata di proteste. Forse non si è capito a che punto siamo”: così il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, in un video postato su Facebook replica alla valanga di critiche e proteste del mondo dello spettacolo e della cultura che lo hanno travolto dopo la chiusura di cinema, teatri e sale concerto tramite il Dpcm del 24 ottobre.

Franceschini ha poi mostrato un grafico riguardante la curva epidemiologica tra aprile ed oggi e ha promesso:

“Io mi impegno affinché questa chiusura sia la più breve possibile, dipenderà ovviamente dall’andamento epidemiologico, ma questo è il mio impegno”.

“Mi assumo la responsabilità diretta di questa scelta, poi sarà il tempo a dire se è stata giusta o sbagliata, se è stata necessaria o no, ma adesso è necessario stare tutti dalla stessa parte”.

© Riproduzione riservata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media