×

Il gioco secondo SWG: italiani non vogliono divieti ma controlli

Roma, 28 ott. (askanews) – Si gioca principalmente per divertimento, ma anche per liberare la mente o per rilassarsi. Gli italiani non vogliono vietare i giochi con vincite in denaro, ma chiedono controlli severi sul gioco illegale. E quanto emerge da una ricerca elaborata da SWG, Formiche e Kratesis.

Il giocatore, secondo la ricerca, viene percepito con immagine positiva se si pensa a un adulto che si rilassa, e progressivamente sempre più negativa se si pensa al gioco con vincite in denaro. Solo per un intervistato ogni 8 è una persona normale.

Presso chi non gioca, il giocatore compulsivo poi è più spesso associato a una situazione di marginalità (povertà, disoccupazione, bassa istruzione), mentre tra i giocatori assidui l’immagine è molto più indifferenziata.

L’identikit del ludopatico per la maggioranza degli intervistati è maschio, anziano, povero, disoccupato e non istruito. In generale poi si pensa che la ludopatia sia molto più diffusa di quanto non sia, e molto più radicata nel territorio; i centri illegali vengono immaginati con caratteristiche da cinema.

Tra le cinque dipendenze riportate nella ricerca, è la droga, secondo gli intervistati, quella con la percentuale più alta per la pericolosità elevata (79%). Seguono poi alcool (67%), il gioco (61%), il fumo (53%) ed internet (25%). Ciò nonostante, gli italiani appunto non vogliono veder vietato il gioco con vincite in denaro, ma considerano necessari maggiori controlli.

© Riproduzione riservata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media