×

Nei presepi di San Gregorio Armeno irrompono Joe Biden e il Covid

Roma, 20 nov. (askanews) – Era prevedibile: il coronavirus irrompe anche nei presepi di San Gregorio Armeno a Napoli. Mascherine sui volti delle statuine in uno scenario insolito per questi vicoli, praticamenti deserti a causa delle restrizioni imposte in Campania, ormai zona rossa, per frenari i contagi. Era questo il periodo in cui gli artigiani vendevano di più le loro creazioni e quest’anno oltre al Covid e alle mascherine su tutti i personaggi del presepe, tranne la Sacra famiglia, l’altra novità è la statuina del nuovo presidente Usa Joe Biden, riprodotto in terracotta come i suoi predecessori.

A realizzare Biden che fa il segno della vittoria, Genny Di Virgilio, artigiano di una storica famiglia di San Gregorio Armeno, sempre tra i primi a riportare l’attualità nel presepe: “Ci vuole circa una settimana di lavoro ma se la statuina mi serve subito, come in questo caso, sono capace di fare anche tutta una notte di lavoro per realizzarla; i materiali sono i classici che usavano i miei bisnonni, terracotta, argilla poi dopo la cottura in una fornace a 950 gradi si passa alla colorazione con pittura a olio”.

Mancano però gli acquirenti, i turisti tra i caratteristici vicoli. “L’economia è in ginocchio, San Gregorio è deserta, non c’è nessuno, le richieste sono bassissime, qualcosina si fa con lo shopping online e con qualche vendita da lontano, ma non basta neanche a coprire le spese settimanali”.

La speranza è che si possa riaprire presto al pubblico. In modo che il suo Joe Biden venga esposto in bella vista accanto alla sua vice Kamala Harris che, anticipa Genny Di Virgilio, è in lavorazione.

© Riproduzione riservata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media