×

Da Villa Scarface a Centro Riabilitativo per la Salute Mentale: ecco cosa è successo

Il sindaco di Casal del Principe, Natale, annuncia che il rinnovo della villa soprannominata "Scarface" trasformata in centro riabilitativo è finito.

Il sindaco di Casal del Principe, Natale, annuncia che il rinnovo della villa soprannominata “Scarface” trasformata in centro riabilitativo è finito.

La struttura era stata affidata all’ASL di Caserta perchè la trasformasse in un Centro Riabilitativo per la Salute Mentale, modificandone completamente gli arredi interni.

La villa è appartenuta fino al 1996 a Sandokan, all’anagrafe Walter Schiavone, anno in cui venne arrestato. L’architetto costruttore dovette ispirarsi alla celebre villa di Tony Montana (Al Pacino), gangster del film “Scarface” (1983). Edificio di 850mq divisi su tre piani con attorno un’area di 3400 metri quadrati. La villa venne confiscata nel 199 e affidata al comune di Castel del Principe nel 2001.

A partire dal 2003 venne assegnata all’Agenzia per l’Innovazione (Agrorinasce) che cominciò a lavorare a un progetto di recupero in collaborazione con la Facoltà di Architettura dell’Università di Aversa.

La Regione ha stanziato 2 milioni di euro per il recupero, suddivisi tra le varie parti collaboratrici. Nel progetto le scale uguali a quelle del film sono state rimosse in quanto ritenute ingombranti.

Adesso la villa è diventata un Centro di riabilitazione per la Salute mentale, che il sindaco ama chiamare “casa della liberazione” e lancia un messaggio ai camorristi: “noi qui abbiamo vinto“.

Secondo i costruttori ci sono voluti troppi anni per costruirla ma il fatto di aver concluso i lavori è un grande passo avanti.

Per tutto il mese di febbraio sono in programma attività e visite alla struttura.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche