×

Viminale: no agli abbonamenti senza Tessera del Tifoso

default featured image 3 1200x900 768x576

Tessera

Gli stadi senza barriere arriveranno, prima o poi.

Per gli abbonamenti senza Tessera del Tifoso invece occorre aspettare. E’ stata infatti bocciata la richiesta della Roma, cui si erano accodate altre società di Serie B tra cui la Sampdoria, di rilasciare nella prossima stagione abbonamenti anche a chi è sprovvisto della Tessera della discordia, quella che tanto fece discutere la scorsa stagione al momento dell’introduzione ma che invece, dati del Viminale alla mano, avrebbe avuto un ruolo decisivo nel drastico calo degli incidenti all’interno degli stadi.

La decisione è arrivata al termine della riunione straordinaria dell’Osservatorio del Viminale svoltasi nella mattinata di giovedì proprio per discutere di questa tematica. “Le proposte formulate dall’AS Roma sono state attentamente valutate e ritenute certamente valide in prospettiva futura – specifica la nota dell’Osservatorio – ma le stesse necessitano di ulteriori approfondimenti” che, secondo il Viminale, andranno attuati anche con la partecipazione degli stessi tifosi. Vade retro dunque ad una proposta di certo innovativa ma volta essenzialmente al recupero di quella fetta di abbonati che, in aperta rottura con la delibera del Ministero dell’Interno, avevano rinunciato, un anno fa, ad abbonarsi producendo alle società un significativo salasso economico, cui andava unita la spesa per la produzione e la distribuzione delle Tessere.

Per la stagione che va a cominciare dunque resterà tutto come prima compresa la possibilità di partecipare alle trasferte solo se in possesso della stessa Tessera.

Contents.media
Ultima ora