×

Violenta ragazza mentre fidanzato corre al bancomat: arrestato magrebino

Violenta una ragazza mentre il fidanzato va al Bancomat. Tra il 7 e l'8 ottobre a Genova un magrebino ha miacciato una coppia di due giovani ragazzi.

default featured image 3 1200x900 768x576

Violenta ragazza mentre il fidanzato va al Bancomat. Tra il 7 e l’8 ottobre un magrebino ha miacciato una coppia di due giovani ragazzi. A notte fonda il malvivente si avventa sull’auto dei due fidanzati e minacciandoli riesce ad introdursi all’interno dell’auto e obbligare il giovane ad andare a prelevare dei soldi al bancomat.

Se non lo avesse fatto avrebbe ucciso la sua ragazza. Terrorizzato, non gli rimane solo che raggiungere il bancomat più vicino e consegnare il denaro al rapinatore con la speranza che non faccia gesti sciocchi. Purtroppo la vicenda non si risolse facilmente.

Violenta ragazza

Violenta una ragazza nella macchina del fidanzato. E’ icredibile come il magrebino 27enne, già ben noto alle forze dell’ordine, sia riuscito a commettere l’ennesimo crimine.

Il giovane straniero era già ricercato per furti e aggressioni passate. Qualche giorno prima ha assalito due giovani vent’enni. L’uomo per minacciare i ragazzi e farsi dare ciò che voleva, li ha feriti in viso con dei cocci di vetro proveniente da una bottiglia rotta. I due malcapitati sono stati costretti a consegnare sia il portafoglio che il cellulare. Poi sono altri cinque ragazzi ad esser presi di mira.

Il 27enne magrebino ha finto di possedere una pistola con l’intento di minacciare il gruppo. E anche in questo caso l’ha fatta franca ed è riuscito a sequestrare sia telefoni cellulari che portafogli. Lo straniero, vedendo che i suoi piccoli “colpi” andavano sempre a buon fine, ha preso sicurezza in sé stesso e ha pensato bene di evolversi.

La vicenda

Questa volta, verso le 4 di notte, tra il sabato e domenica dell’8 ottobre il giovane decide di commettere l’ennesimo crimine.

Nei pressi del lungomare di Pegli, a Genova, il 27enne ha colpito ancora. Decide di fermare una coppia di fidanzatini che probabilmente avevano finito di fare baldoria di sabato sera e stavano andando a casa. E’ riuscito a minacciarli e ad avere successo. Si è riuscito ad introdurre nell’autovettura e ha costretto i due ostaggi a fare quello che ordinava. Li ha fatti dirigere in una zona poco frequentata, soprattutto a quell’ora della notte. Questa zona è Castaldi nella zona di Sestri Ponente. La zona è nota per essere una zona periferica e dunque priva di frequente passaggio. Una volta arrivati ha obbligato il fidanzato ad abbandonare l’auto per dirigersi ad un bancomat più vicino. Voleva del denaro, altrimenti la ragazza sarebbe morta.

Lo stupro

Queste furono le minacce rivolte al povero ragazzo. Di notte, in quella zona buia e silenziosa non poteva far altro che seguire le istruzioni e sperare che tutto si concludesse per il meglio. Appena il giovane però si allontana, il malvivente magrebino decide di spingersi un pò oltre e violenta ragazza. Secondo una prima ricostruzione, aggredisce di soppiatto la ragazza, che è sola ed indifesa nell’auto, e la violenta. Furono attimi di puro terrore sia per il ragazzo che è stato costretto ad abbandonare la sua ragazza nelle mani di un malvivente, sia per la ragazza che è dovuta rimanere sola in compagnia del magrebino. La vicenda si è conclusa molto male per la ragazza, che infatti è stata stuprata nell’auto del fidanzato. La vittima attualmente è sotto shock. Il criminale è stato arrestato dalle forze dell’ordine. La polizia è riuscita ad intercettare l’auto della coppia di fidanzati subito dopo la violenza sulla donna. Dopo le prime rapine la polizia soleva controllare le strade del Ponente.

Contents.media
Ultima ora