×

Violentata dal padre a 15 anni perché lesbica: “Il 22 giugno il processo, ora vedo la speranza”

Sarebbe stata violentata dal padre a 15 anni, la ragazza ha denunciato i genitori: l'udienza è prevista il prossimo 22 giugno.

Violentata dal padre

Francesca (nome di fantasia, per la tutela della privacy) sarebbe stata stata violentata dal padre a soli 15 anni. Il motivo? La ragazza aveva una relazione con una sua coetanea. Una circostanza che, pare, non poteva essere accettata dall’uomo.

Saranno i giudici a chiarire la verità dei fatti. Francesca ha infatti denunciato i genitori. Il processo è previsto per il prossimo 22 giugno. Ora la ragazza vede una nuova speranza dinanzi a sé, una luce in fondo al tunnel. Francesca ha detto di non odiare i suoi genitori, ma per lei adesso non esistono.

Violentata dal padre perché lesbica: un nuovo inizio

Intervistata da Repubblica, una sorridente Francesca ha dichiarato: “Ho fatto domanda per l’esercito, aspetto che venga pubblicata la graduatoria”.

In seguito ha controllato il cellulare per visionare un’eventuale risposta. Guarda al futuro Francesca. Una rinascita, che coincide nel momento in cui ha deciso di denunciare suo padre.

Violentata dal padre: l’amore di Francesca per un’altra ragazza

Tutto iniziò quando Francesca, andata a scuola, aveva scordato il cellulare a casa. Casualmente, la sorella lesse i messaggi di Francesca scambiati con la sua ragazza, mostrandoli ai genitori. Questi sarebbero andati a scuola a prendere Francesca, portandola a casa e rinchiudendola nella sua stanza.

Il padre della giovanissima avrebbe dunque abusato sessualmente di quest’ultima. La vicenda avvenne nel palermitano.

Francesca ha raccontato: “Quella fu la prima violenza completa, non l’unica. Avevo 7 anni quando mio padre cominciò a usare violenza su di me, c’era anche mia madre, vedeva, non ha mai fatto nulla”. Era solo un’adolescente. Adesso Francesca è una ragazza di 24 anni, gioca a calcio e allena i bimbi in tale disciplina sportiva. Francesca prova a trasmettere ai piccoli il suo stesso amore per lo sport: “Mi danno gioia, li considero tutti figli miei”.

Violentata dal padre, Francesca: “Non odio i miei genitori, non esistono”

Seduta a un bar, mentre gustava un caffè durante l’intervista, Francesca è stata molto equilibrata nelle sue dichiarazioni. Parlando dei suoi genitori ha detto: “Io non li odio, per me non esistono, voglio solo che questa storia finisca”. Il pubblico ministero della procura di Termini Imerese ha chiesto otto anni di carcere per il padre di Francesca e due per la madre. I genitori della ragazza dovranno rispondere alle seguenti accuse: atti persecutori, maltrattamenti e violenza sessuale.

Contents.media
Ultima ora