×

Virus respiratori: 24 bambini risultati ricoverati e Reggio Emilia

Virus respiratori: 24 bambini risultati ricoverati e Reggio Emilia: metapneumovirus o il virus sinciziali che siano, stanno colpendo duro i più piccoli

24 bambini sono ricoverato a Reggio con virus respiratori

Dilagano i virus respiratori di tipo pediatrico: 24 bambini sono risultati ricoverati e Reggio Emilia e l’epidemia di infezioni acute pediatriche che sta saturando i posti letto in molti ospedali italiani preoccupa. Secondo quanto riportato dalle Gazzetta di Reggio in tutto sono 24 i bambini ricoverati attualmente, questo a fronte di 26 posti letto disponibili

Virus respiratori, a Reggio li hanno contratti 24 bambini su 26 posti letto disponibili

Fenomeno e misure sono stati illustrati dal dottor Alessandro De Fanti, che dallo scorso luglio è direttore della struttura complessa di pediatria dell’ospedale Santa Maria Nuova. Il medico ha comunque spiegato un aspetto molto delicato, a contare la situazione italiana attuale: “Ma i due che rimangono dobbiamo tenerli per eventuali piccoli pazienti Covid positivi”. 

L’epidemia di virus respiratori sui bambini, non solo i 24 di Reggio Emilia

In circolazione ci sono dunque virus stagionali che causano non pochi problemi.

Fra essi il metapneumovirus e il virus sinciziale (chiamato anche Rsv). Quest’ultimo era diventato famigerato per aver causato il decesso di alcuni bambini. Poi perché tra gli altri piccoli pazienti aveva colpito la figlia di Chiara Ferragni e Fedez, ricoverata in ospedale e dimessa dopo qualche giorno. Proprio qualche giorno fa a La Spezia un piccolo era purtroppo morto

Lo specialista sui 24 bambini affetti da virus respiratori: “Nei più piccoli i problemi più seri”

Ha spiegato il dottor De Fanti alla Gazzetta di Reggio: “Nei bambini più grandicelli, di 3-4 anni, questi virus possono manifestarsi come semplice raffreddore, mentre nei più piccoli fino a uno-due anni, e soprattutto in quelli appena nati o di pochi mesi, possono interessare le basse vie respiratorie, causando bronchioliti. Il problema è che quando i bambini così piccoli respirano male, fanno fatica anche a mangiare, quindi si disidratano molto facilmente ed è spesso necessario ricoverarli”. 

Contents.media
Ultima ora