×

Vivere: cosa fanno oggi i protagonisti della soap opera

Molti di noi avranno vissuto le vicende familiari di "Vivere", la soap opera italiana di maggior successo: ma cosa fanno oggi i protagonisti?

Vivere
Vivere

Il 1° marzo del 1999 rappresenta una data storica per il mondo delle soap opera. Su Canale 5 aveva infatti fatto la sua prima comparsa Vivere, una telenovela del tutto italiana, sia nel cast sia nella produzione. Indimenticabile era anche la sigla, “Canto largo”, cantata da Mina e presente nell’album “Olio” del 1999.

La soap opera Vivere è andata in onda con ottimi risultati sulla rete ammiraglia di Mediaset fino al 2007. Poi venne trasferita su Rete 4 fino nel 2008, ultimo anno di produzione prima della sua fine. Il cast era composto da attori di un certo livello, entrati nel cuore dei molti fan della telenovela. Ma che fine hanno fatto oggi i protagonisti? Scopriamolo insieme, tra progetti professionali innovativi e persino qualche guaio giudiziario…

Lorenzo Ciompi – Andrea Gherardi

lorenzo ciompi

Andrea Gherardi era il “cattivissimo” di Vivere. Lorenzo Ciompi (53 anni) è l’attore che indossava i panni del perfido Andrea. Conclusa l’esperienza nella telenovela, Lorenzo è stato protagonista di diverse fiction e serie tv, come “Incantesimo”, “Commesse” e “Questa è la mia terra”.

Negli ultimi anni, però, l’attore toscano ha abbandonato il genere. Adesso si dedica principalmente a una delle sue grandi passioni, il design. Nel 2010 Lorenzo Ciompi diventato conduttore del format “Le case di Lorenzo”, in onda su Leonardo, canale del Digitale Terrestre. Nel 2011, poi, ha pubblicato anche il suo primo libro, “Un giardino sul Nilo”.

Sara Ricci – Adriana Gherardi

sara ricci

Il personaggio di Adriana Gherardi era interpretato da Sara Ricci (48 anni). Per lei è stato il suo primo e ultimo ruolo importante avuto in una produzione televisiva. L’attrice romana ha poi recitato in singoli episodi de “Il Maresciallo Rocca” e “Provaci ancora Prof”. Oggi ha lasciato la televisione. Al momento Sara Ricci lavora soprattutto in teatro.

Raffaella Bergé – Paola Manetti

Raffaella Bergé

Raffaella Bergé (47 anni) ha lavorato molto in Francia, per poi giungere in Italia. Il suo esordio è stato a “Domenica In”, dove faceva parte del gruppo “Des Strangers”. Pippo Baudo la notò proprio lì e ne apprezzò le doti artistiche. Nell’edizione successiva del contenitore domenicale di Rai Uno la sceglie come prima donna. Successivamente Raffaella è entrata nel cast di Vivere interpretando Paola Manetti. Al culmine della popolarità, l’attrice romana ha anche preso le parti della perfida Marina Kroeger in Centovetrine, altra soap opera italiana. Concluse le avventure nelle telenovele, l’abbiamo apprezzata in “Il Capitano”, “Gente di mare” e “Provaci ancora Prof”. Al cinema, invece, ha preso parte a “Natale a Miami” e “Ravanello pallido”. La carriera della Bergé ha subito una battuta d’arresto nel 2013. Quell’anno, in merito a un’indagine su appalti e riciclaggio, ne rimase coinvolto il marito. L’attrice non è mai stata direttamente collegata alla vicenda, ma nonostante ciò è stata relegata ai margini del mondo dello spettacolo.

Paolo Calissano – Bruno DeCarolis

paolo calissano

Paolo Calissano (49 anni) dopo essersi laureato in “Economia e Recitazione” negli Stati Uniti, è stato ingaggiato come attore di fotoromanzi. Dopo essere approdato nel mondo della televisione con Vivere, è diventato molto popolare anche per altre fiction di successo, come “La Dottoressa Giò” e “Gente di mare”. Nel 2005 la vita di Calissano ha però subito un duro colpo quando venne arrestato e condannato per possesso di cocaina. Nel 2008, nonostante un programma di recupero, Paolo è nuovamente caduto nel vortice della droga, come ha raccontato lui stesso nel puntata di “Verissimo” nel 2010 in cui era ospite. Qui rivelò che il ricorso alle sostanze stupefacenti si era verificato a causa della mole di lavoro e della solitudine.

Ricordiamo che su Amazon è disponibile il noto libro di Elisa Giorni dedicato a questa meravigliosa Soap: “il piacere di Vivere, analisi di una soap di successo e del suo pubblico”.

Questo libro è caldamente consigliato

Contents.media
Ultima ora