Weinstein accusato di stupro: rischia 25 anni di carcere
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Weinstein accusato di stupro: rischia 25 anni di carcere
Esteri

Weinstein accusato di stupro: rischia 25 anni di carcere

Harvey Weinstein

Harvey Weinstein è stato incriminato per due stupri e un abuso sessuale dal gran giurì di New York. Rischia fino a 25 anni di carcere.

Harvey Weinstein è stato accusato di stupro. Il celebre produttore hollywoodiano fino al centro dello scandalo #MeeToo rischia quindi fino a 25 anni di carcere. Il Grand jury ha ritenuto affidabili le testimonianze di due donne. Le presunte violenze sessuali sarebbero avvenute nel 2004 e nel 2013. Weinstein si era consegnato alle autorità americane lo scorso venerdì. E’ stato rilasciato dietro cauzione, ma deve indossare il braccialetto elettronico.

Weinstein accusato di due stupri

Harvey Weinstein si era consegnato venerdì scorso alla polizia di Manhattan perché contro il produttore era stato spiccato un mandato d’arresto. Sono tante le donne che in questi mesi hanno accusato Weinstein di molestie ma la tegola sul fondatore della Miramax è arrivata dopo la denuncia di due donne. Il Grand jury ha infatti ritenuto attendibili le loro testimonianze.

Oggi Weinstein avrebbe dovuto testimoniare davanti al giudice, ma si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il suo avvocato spiega infatti che il produttore cinematrografico vincitore di un Oscar non ha avuto la possibilità di esaminare le carte, e quindi di difendersi.

Solo poche ore dopo che Weinstein ha rinunciato a testimoniare, infatti, il procuratore distrettuale di Manhattan Cyrus Vance Jr. ha confermato che il 66enne è incriminato per due stupri (uno con la forza) e per la costrizione di un atto sessuale.

“Questa incriminazione è un’ulteriore passo in avanti per far assumere all’imputato le sue responsabilità. Il nostro ufficio proverà questo caso non davanti alla stampa, ma in un’aula di tribunale. Siamo fiduciosi che quando la giuria sentirà le prove, respingerà ogni attacco” aggiunge il procuratore parlando con la stampa.

Weinstein teme processo non equo

Se sarà giudicato colpevole, Harvey Weinstein rischia una pena fino a 25 anni di carcere. L’avvocato del produttore però teme che il processo contro il suo assistito non sarà equo. Nei giorni scorsi infatti Benjamin Brafman si è presentato davanti alla stampa per sostenere che a Weinstein vengono negate “informazioni vitali sul caso”. Ciò ovviamente rischia di minare la sua difesa in tribunale.

Brafman lascia intendere inoltre che il processo sarà viziato per la troppa pressione mediatica.

Brafman ricorda inoltre che una delle due donne che oggi accusa Weinstein di stupro ha avuto con il produttore una “relazione sessuale consensuale” durata ben cinque anni. L’avvocato annuncia quindi che Weinstein presenterà “una dichiarazione di non colpevolezza e si difenderà vigorosamente contro queste accuse non supportate da alcuna prova, che lui nega fermamente”. L’obiettivo è infatti ottenere la piena assoluzione per il fondatore della Miramax.

Chi accusa il produttore?

L’incriminazione contro Harvey Weinstein è a seguito della denuncia di due donne a New York. Una accusa il produttore di due stupri, uno con la forza, avvenuti nel 2013. L’altra sostiene di essere stata costretta ad avere con Weinstein un rapporto di sesso orale nel 2014, all’interno degli uffici della Miramax a Manhattan.

Weinstein però è indagato anche a Los Angeles e persino in Europa, a Londra. Delle circa ottanta donne che hanno accusato pubblicamente il produttore di molestie e abusi, solo dodici però sono finora ricorse alle giustizia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche