×

Caso Weinstein, parla Asia Argento: ‘Vado via dall’Italia, qui le donne non sanno combattere insieme’

Asia Argento, ospite da Bianca Berlinguer, si scaglia contro le donne italiane, che più di tutte avrebbero dovuto mostrare solidarietà per le molestie subite.

asia argento
Caso Weinstein, parla Asia Argento: 'Vado via dall'Italia, qui le donne non sanno combattere insieme'

Asia Argento non ne può più. Non ci sta ad essere trasformata anche in colpevole nello scandalo che ha colpito Harvey Weinstein. Ospite a #cartabianca, programma condotto da Bianca Berlinguer ed in onda su Rai 3, l’attrice si sfoga attaccando le donne italiane, proprio quelle da cui si aspettava maggior solidarietà riguardo alle molestie subite dal produttore cinematografico Harvey Weinstein.

Asia Argento a Berlino

Durante la trasmissioni #cartabianca, Asia Argento, 42 anni e figlia di Dario Argento, ha dichiarato: “Sono a Berlino perché avevo bisogno di andarmene per un po’, il clima di tensione è abbastanza pesante su me e sulla mia famiglia, avevo bisogno di respirare”.

L’attrice ha confessato poi le sue sensazioni provate dopo aver rivelato quelle molestie inflitte da Harvey Weinstein: “Devo ancora capire chi sono.

Però è come se si fosse spalancato un portone enorme, sento accanto a me migliaia di persone, non mi sento più sola nelle mie battaglie. Una donna con un suo punto di vista personale viene definita spesso o troia o pazza, io non mi sento nessuna di queste cose”. Asia Argento è infatti una mamma, una donna che lavora e paga le tasse, “ho persone che mi vogliono bene, mi sento una donna libera finalmente”. Ha raccontato di essersi sentita in colpa “per non essere riuscita a scappare, non aver avuto il coraggio di denunciare”.

asia argento

Confessare

Sicuramente avrebbe potuto e dovuto confessare prima queste molestie, ma non è affatto facile, non solo per la carriera, anche per l’aspetto psicologico. Forse chi la critica non riesce e non vuole mettersi nei suoi panni. “Ci ho messo tantissimo tempo anche a dirlo a mia madre. Mentre a mio padre e a mia figlia l’ho detto solo ora”, ha ammesso Asia Argento.

L’attrice ha, soprattutto, una risposta a chi in questo periodo l’ha accusata di carrierismo: “Non ho avuto nessun favore. Non mi fa piacere stare qua a parlare di queste cose, il mio unico potere è stato dire di no alle proposte di regali e di film che arrivavano da Weinstein, non ho più fatto provini o letto un copione per loro”.

Quello che è successo, ha affermato, è stata una strettoia e non una scorciatoia: “Sono stata chiusa in una stanza con un maniaco sessuale, un predatore seriale che si è approfittato di me, io ero una ragazzina”.

Attore e regista italiano

Quel che è peggio, è che non è un caso isolato, né un caso solo americano. Asia Argento torna a parlare di un caso praticamente identico che coinvolgono un attore e regista italiano. Ma anche questa volta non ha intenzione di rivelarne l’identità. Asia Argento non fa nomi perché in Italia c’è la prescrizione, e quindi ci sarebbe nessuna conseguenza giuridica.

sviluppi caso Weinstein

Nel frattempo lo scandalo Weinstein si sta gonfiando ulteriormente. Stanno dilagando le confessioni di attrici coinvolte, in seguito alla campagna lanciata da Alyssa Milano, molti la ricorderanno per la serie Streghe, che incita le vittime a confessare. Viene coinvolto anche Bob Weinstein, fratello di Harvey.

Leggi anche