> > Whatsapp: arriva Momo, la catena di Sant'Antonio è virale

Whatsapp: arriva Momo, la catena di Sant'Antonio è virale

whatsapp momo

Ha già raggiunto migliaia di smartphone: si chiama Momo ed è la catena di Sant'Antonio che sta circolando su Whatsapp

Un’immagine che a prima vista può spaventare corredata da un messaggio ‘macabro’.

Due ingredienti per dar forma a Momo, una sorta di catena di Sant’Antonio che si sta diffondendo di smartphone in smartphone attraverso Whatsapp. Non si tratta di una truffa mascherata da messaggio e dunque non è pericolosa ma in ogni caso sta preoccupando centinaia di persone in tutta Italia e non solo; il dubbio assale infatti coloro che ricevono l’immagine di una ragazzina, o forse una donne, dai linementi stravolti e deformi tanto da apparire mostruosa.

Tanto più per il fatto che, accanto all’immagine della ragazza, è presente un messaggio nel quale si sottolinea che chiunque non condividerà la foto con i propri contatti Whatsapp subirà una maledizione. E così in molti, per la paura che potesse capitare loro qualcosa di pericoloso, hanno immediatamente inoltrato il messaggio ricevuto ad amici e parenti, contribuendo così a far girare la catena, proprio come previsto da colui che l’ha ideata.

Chi è la ragazza della catena Momo?

Alcuni utenti però hanno deciso di approfondire la questione e capire chi fosse la persona raffigurata nella catena Momo divenuta virale nella seconda metà di luglio 2018. A quanto pare si tratterebbe di una statua che è possibile osservare visitando il Vanilla Gallery di Tokyo. Qualcuno l’ha scelta per renderla la protagonista della catena di Sant’Antonio via Whatsapp, riuscendo ad ottenere ottimi risultati.

Ma chi è l’autore del gesto? l’unico indizio sono i numeri di telefono dai quali l’immagine è partia per la prima volta, ma si tratta di contatti fasulli che è bene non richiamare poichè non è da escludere che possano prosciugare il credito telefonico dello sfortunato utente che dovesse farlo.

Nessun pericolo, è uno scherzo

Anche se le catene di Sant’Antonio non sono per nulla piacevoli da ricevere poichè solitamente portano con sè messaggi fasulli o vere e proprie truffe, in questo caso gli utenti di Whatsapp possono stare tranquilli.

Momo non è infatti pericolosa in quanto non sono presenti link malevoli nel messaggio ovvero non vi sarebbero malware o virus celati al suo interno. Dunque qualora si riceva Momo che altro non è se non una trovata ‘horror’ di pessimo gusto, è importante eliminare subito il messaggio, contattare l’utente dal quale lo si ha ricevuto (solo nel caso si tratti di un amico o comunque di un contatto conosciuto) e segnalargli di fare lo stesso.