×

Zelensky al Parlamento italiano: le reazioni social al discorso del presidente ucraino

Zelensky in videoconferenza al Parlamento italiano: quali sono state le reazioni social al discorso del presidente ucraino?

zelensky parlamento italiano social

AGI ha rivelato le reazioni social al discorso pronunciato dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky al Parlamento italiano.

Zelensky al Parlamento italiano: le reazioni social al discorso del presidente ucraino

Nella mattinata di martedì 22 marzo, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha tenuto un discorso al Parlamento italiano in videoconferenza.

Denunciando la situazione drammatica presente in Ucraina, Zelensky ha dichiarato: “Le città ucraine vengono distrutte, alcune sono distrutte del tutto come Mariupol dove non c’è più niente, solo rovine. Immaginate Genova completamente bruciata dopo 3 settimane di assedio, di bombardamenti”.

L’intervento è stato commentato dal premier Mario Draghi che ha garantito l’invio di aiuti “anche militari” al Paese assediato dai russi.

In relazione al discorso di Zelensky, impiegando gli algoritmi di intelligenza artificiale di Kpi6*, AGI ha potuto analizzare le conversazioni sul web per verificare le emozioni degli utenti in seguito alle parole del presidente ucraino.

È emerso, quindi, che tra il 20 e il 22 marzo il trend delle conversazioni è cresciuto in modo significativo e si sono moltiplicati i messaggi di vicinanza e solidarietà nei confronti del Governo di Kiev e del popolo ucraino.

Emotion analysis e tag cloud

L’emotion analysis condotta, inoltre, ha evidenziato che le emozioni prevalenti riguardano la disapprovazione e la rabbia contro l’invasione russa dell’Ucraina. Simili emozioni superano addirittura l’ammirazione nei confronti di Zelensky.

Intanto, il collegamento video del presidente ucraino con il Parlamento italiano è stato descritto come un “avvenimento storico”.

I parlamentari italiani, poi, sono stati quasi unanimi nel manifestare solidarietà a Zelensky con quale eccezione tra deputati e senatori che militano o militavano tra le file del Movimento 5 Stelle.

Nelle ore successiva al discorso del presidente ucraino, tra le parole e le frasi più usate e quindi tra le tag cloud è stata individuata l’espressione “eletto m5s”.

Sono stati molti, infatti, gli utenti che sul web hanno criticato i politici italiani che non si sono recati in Aula in occasione del collegamento video del presidente ucraino.

Tra i partiti italiani che hanno sostenuto l’intervento di Zelensky in modo più consistente sui social, infine, possono essere annoverati gli Più Europa, il Partito Democratico e Forza Italia. La Lega, che normalmente è estremamente attiva sui social, ha condiviso un numero limitato di post sull’argomento.

Contents.media
Ultima ora