×

Zelensky, il discorso alla Nazione: “Siamo sulla strada per la vittoria”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si è rivolto orgogliosamente oggi ai cittadini della sua Nazione: "Non lasceremo alcun pezzo di questa terra"

Zelensky

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky torna a parlare ai cittadini della sua Nazione e lo fa con grande spirito e orgoglio: “Non lasceremo alcun pezzo di questa terra.”

Guerra in Ucraina, il discorso alla Nazione del presidente Volodymyr Zelensky

Mentre la guerra in Ucraina prosegue, a causa della Russia che non sembra aver alcuna intenzione di arrestare la sua aggressione, il presidente ucraino Zelensky torna a rivolgersi ai cittadini della sua Nazione, infondendo fiducia e sicurezza.

Abbiamo già raggiunto una svolta strategica. Impossibile dire quando sarà ma siamo già sulla strada per la vittoria. Abbiamo bisogno di tempo, pazienza, saggezza, energia, dobbiamo svolgere il nostro lavoro al meglio delle nostre capacità. Gli ucraini sono persone orgogliose che difendono sempre la loro terra e non lasceranno all’occupante un solo pezzo di questa terra e nemmeno un solo punto percentuale della loro libertà.”

Il discorso del presidente e il riferimento ai soldati russi

Zelensky prosegue nel suo discorso facendo riferimento alla notizia che è circolata negli scorsi giorni, secondo cui Mosca stia usufruendo dell’aiuto di alcuni soldati mercenari per combattere questa guerra: Questa è una guerra patriottica. Una guerra con un nemico molto ostinato che ignora le migliaia dei suoi soldati uccisi, che raduna riservisti e soldati di leva in tutta la Russia per gettarli nell’inferno della guerra, che ha fatto ricorso ai mercenari contro il nostro popolo.”

L’attacco alla Russia e le nuove sanzioni

Il presidente, comprensibilmente animato, si rivolge poi direttamente alla Russia e fa riferimento alle sanzioni poste contro Mosca da parte dei governi occidentali: La Russia deve pagare per questa terribile guerra, pagare ogni giorno. Se tutto questo continua, i pacchetti di sanzioni contro la Russia non sono sufficienti e mi aspetto nuove sanzioni dai nostri partner.”

Contents.media
Ultima ora