Zenzero candito: come realizzarlo in casa
Zenzero candito: come realizzarlo in casa
Donna

Zenzero candito: come realizzarlo in casa

Zenzero candito: un toccasana per tutte le varie forme di chinetosi. Ecco la ricetta culinaria “casalinga”: zenzero, sciroppo di glucosio, zucchero di canna ed acqua

Zenzero o Zingiber officinale è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zinziberacee, originaria della penisola asiatica orientale, vanta l’aspetto estetico di una canna con grossi rizomi orizzontali a forma di tubero, molto aromatici e dal profumo che ricorda la citronella. Lo zenzero è una spezia, conosciuta dai tempi di Galeno che ne ha descritto la radice, definendola come “importata dalla Barbaria”. Il Matthioli, intorno al XVI secolo, ha descritto questa lo zenzero come una spezia “commendevole nei cibi e costumarsi di mangiare nei condimenti“.

Per quanto concerne le proprietà ed i benefici medicinali dello zenzero fossero già note alle antiche culture orientali, dove veniva usato da solo o come componente di rimedi erboristici; inoltre, lo zenzero è utilizzato da millenni in India e in Cina anche come spezia alimentare, soprattutto in pietanze cucinate a base di carne, come condimento o in salse, per la birra ed in altre bevande fermentate, o per sciroppi e biscotti, e per preparare un curry apprezzato in India.

In effetti, la spezia possiede ottime doti antiossidanti sui lipidi e sugli altri alimenti, facilitandone così la conservazione. Secondo studi scientifici, lo zenzero vanta proprietà antiemetiche, può essere impiegato in varie ricette culinarie per combattere la nausea, il vomito, il mal d’auto, di mare e tutte le varie forme di chinetosi. Una buona prassi è quella di consumare lo Zenzero essiccato in polvere o candito mezz’ora prima di mettersi in viaggio.

Vediamo in questa guida come si prepara lo zenzero candito mediante la ricetta culinaria domestica. Pochi sono gli ingredienti che occorrono per preparare lo zenzero candito: zenzero, zucchero di canna, sciroppo di glucosio ed acqua. Per la preparazione occorre pulire lo zenzero, lavarlo e tagliarlo a dadini, una volta preparato occorre farlo bollire in una pentola d’acqua bollente per circa 40 minuti in modo tale da risultare morbido. Scolate lo zenzero ed impanatelo con sciroppo di glucosio e zucchero di canna, rimettete a cuocere lo zenzero nella pentola d’acqua bollente, aggiungendo lo sciroppo di glucosio, mescolate fino a quando il liquido non evaporerà completamente al fine ultimo di ottenere uno sciroppo.

Trasferite lo zenzero candito su una teglia coperta da carta da forno e fatelo asciugare o in forno ventilato o all’aria, se la temperatura è secca. A metà essicazione, aggiungete dello zucchero di canna e lasciate asciugare completamente; una volta pronto conservatelo in un vasetto di vetro chiuso ermeticamente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche