×

Zurigo, no vax rapisce esperto di vaccini: ucciso dalla polizia in una sparatoria

Zurigo, no vax rapisce esperto di vaccini. I fatti risalgono al 31 marzo 2022, il rapitore è stato ucciso dalla polizia durante una sparatoria.

Rapito esperto di vaccini: no vax ucciso dalla polizia

Zurigo, no vax rapisce esperto di vaccini nella giornata del 31 marzo 2022. Christoph Berger, responsabile a livello federale delle vaccinazioni in Svizzera, è stato sequestrato da un 38enne tedesco.

Zurigo, no vax rapisce esperto di vaccini 

La polizia ha individuato il rapitore no vax nella serata di mercoledì 6 aprile 2022, ma l’uomo è stato ucciso dagli agenti durante una sparatoria a Wädenswil, nel Canton Zurigo.

Morta anche la compagna 28enne, raggiunta da un proiettile esploso dall’arma dello stesso sequestratore. Secondo il racconto di Berger, sarebbe stato tenuto rinchiuso in un appartamento a Zurigo per circa un’ora, con la richiesta sotto minaccia di sborsare una ingente somma di denaro.

Rapimento a Zurigo, armi e munizioni a casa di un no vax

Gli agenti dei reparti speciali di polizia sono giunti all’abitazione del no vax a seguito di indagini, nel bilocale c’erano una notevole quantità di armi e munizioni.

Il 38enne tedesco era anche un terrapiattista e complottista, sosteneva l’esistenza di un complotto sugli attentati dell’11 settembre a New York, che gli alieni vivessero sulla Terra e che i terremoti fossero un prodotto dell’uomo.

Zurigo, no vax rapisce esperto di vaccini: diversi contatti in Svizzera

La rete del rapitore vantava una serie di contatti che lo spalleggiava in tutta la Svizzera, ora la Procura distrettuale di Zurigo si occuperà di fare chiarezza sulla vicenda del sequestro di Christoph Berger.

Sottoposte a indagine anche le dinamiche della sparatoria, per attribuire le responsabilità.

Contents.media
Ultima ora