×

Cloe Giani Giavazzi morta a Milano a soli 12 anni: addio alla giovanissima promessa del tennis

Cloe Giani Giavazzi morta a Milano a soli 12 anni: addio alla giovanissima promessa del tennis. Il commosso annuncio della sua scuola su Facebook

La promettente Cloe

Cloe Giani Giavazzi, giovanissima promessa del tennis italiano, è morta a Milano a soli 12 anni per un malore improvviso. A trovare il corpo senza vita della ragazzina nella casa milanese dove viveva con la famiglia è stata sua madre. E Cloe, riportano i media locali fra cui l’Eco di Bergamo, era davvero una stella del firmamento del tennis giovanile: era tesserata con l’associazione sportiva dilettantistica “Golarsa tennis academy” di via Cascina Bellaria.

Non è un caso che l’annuncio della tremenda scomparsa, della 12enne prima che della “campioncina”, sia apparsa esattamente sulla pagina Facebook della scuola.

Cloe Giani Giavazzi morta a Milano a soli 12 anni: il commovente post della sua scuola di tennis

Ecco il commovente post di annuncio della scomparsa di Cloe, un messaggio che dà la cifra di quanto la 12enne fosse amata in quell’ambiente: “I nostri allievi sono i nostri figli, oggi siamo distrutti, ciao Cloe“.

Quello stesso profilo social era solito postare i cimenti di Cloe con la racchetta, i video delle sue partite, delle finezze e che a soli 12 anni era capace di mettere in atto, della classe in erba che si sarebbe tramutata in classe pura se solo il destino beffardo non ci avesse messo perfido zampino.

Cloe Giani Giavazzi morta a Milano a soli 12 anni: era un talento giovane ma purissimo

Cloe infatti era considerata molto promettente, tanto da essere entrata a far parte del “Next gen team”, l’ensemble dei talenti tennistici del futuro. Le sue capacità tecniche, unite ad una freschezza atletica che andava ben oltre la sua giovanissima età, l’avevano fatta entrare ben presto nel novero dei talenti “sorvegliati speciali” dagli addetti ai lavori che sono sempre in cerca di nuovi campioni.

Cloe Giani Giavazzi morta a Milano a soli 12 anni: la sua famiglia era molto conosciuta

A Bergamo la famiglia della povera Cloe è molto conosciuta: suo nonno, Renato Giavazzi, è infatti dal 1997 alla guida della Confagricoltura di Bergamo e proprio una settimana fa la prestigiosa e delicata carica gli era stata confermata a riconoscimento dei suoi merito indiscussi. Il bisnonno Giovanni poi, morto due anni fa, era stato presidente della Provincia di Bergamo, parlamentare europeo per la Democrazia Cristiana, poi presidente di Italcementi e del Credito Bergamasco.

Contents.media
Ultima ora