L’aglio crudo favorisce la crescita dei capelli?

Salute

L’aglio crudo favorisce la crescita dei capelli?

ricrescita dei capelli

Contro la mancata ricrescita dei capelli sono stati testati numerosi rimedi naturali che risolvono il problema. Spremere dell'aglio crudo può essere uno dei più efficaci.

Per favorire la ricrescita dei capelli esistono numerosi rimedi naturali, fatti con alcuni ortaggi, con erbe o massaggiando la cute.

La caduta dei capelli è un normale processo fisiologico che colpisce tutte le persone adulte e non diventa un problema finché c’è un’adeguata ricrescita. Quando ciò non avviene è necessario intervenire per scoprirne le cause ed apportare i giusti rimedi.

Agire sulla ricrescita dei capelli con rimedi naturali

Sebbene non ci siano studi scientifici sull’effetto che l’aglio ha sulla perdita dei capelli, esiste invece uno studio del 2009 che ha dimostrato gli effetti positivi che il succo di cipolla ha sulla ricrescita dei capelli.

Le somiglianze esistenti tra le proprietà della cipolla e l’aglio hanno portato alcuni a ritenere che anche l’aglio possa avere dei benefici per la ricrescita dei capelli.

Studi scientifici sugli effetti della cipolla

In uno studio del 2002 un gruppo di scienziati ha effettuato dei test per dimostrare gli effetti positivi del succo di cipolla sulla ricrescita dei capelli.

Un gruppo di 23 pazienti ha applicato il succo di cipolla due volte al giorno: l’86,9% ha ottenuto una ricrescita dopo 6 settimane.

La cipolla deriva dalla stessa famiglia dell’aglio e i suoi effetti positivi sulla crescita dei capelli derivano dagli alti livelli di zolfo, che caratterizza questa famiglia.

Proprietà scientifiche dell’aglio

L’aglio è storicamente utilizzato come medicinale per le sue elevate proprietà curative. Fin dagli antichi romani, secondo gli scritti di Plinio il Vecchio, si era convinti che l’aglio servisse a curare la tosse, l’asma e fosse anche un antidoto contro veleni e morsi di serpente.

In Cina l’aglio è conosciuto fin dal 500 d.C come pianta medicinale per curare dissenteria, tubercolosi, raffreddori e disturbi digestivi.

Gli studi scientifici hanno successivamente dimostrato queste sue preziose qualità. I principi attivi di cui è contenuto sono l’allina, gli amminoacidi, steroidi e soprattutto l’allicina in una quantità che supera lo 0,45 %.

Se l’aglio viene schiacciato o triturato si ha per reazione chimica la fuoriuscita di allicina che è un composto dello zolfo.

L’allicina possiede attività antiossidante e antimicrobica ed è considerato come un antibiotico molto forte che aiuta il corpo a uccidere i germi e a prevenire che si riproducano.

Lo stesso forte odore dell’aglio deriva dall’allicina, che è rilasciata quando lo spicchio viene schiacciato o tagliato.

Grazie alle sue proprietà antibatteriche l’aglio può liberare il cuoio capelluto dalle tossine e favorire la circolazione in esso, entrambe le cose sono essenziali per una sana ricrescita dei capelli.

Un trattamento con aglio per la ricrescita dei capelli

Se state perdendo i capelli, essi si stanno assottigliando o volete solo incoraggiare una ricrescita dei capelli, applicate l’aglio direttamente sul cuoio capelluto prima di andare a letto.

L’applicazione è molto semplice: un’ora prima di andare a dormire, tagliate uno spicchio di aglio e strofinatelo sul cuoio capelluto e poi premete lo spicchio per far fuoriuscire il succo.

Dopo un’ora, massaggiate il cuoio capelluto con olio di oliva. Dormite con una cuffia da doccia di plastica e fate uno shampoo il mattino successivo

Il risultato è visibile dopo numerose applicazioni ma è quasi assicurato a meno che non si soffra di qualche malattia che causa la caduta dei capelli e che non può essere risolta con questi rimedi naturali.

Oltre ad essere un ingrediente fondamentale nelle nostre cucine abbiamo scoperto quante qualità può possedere l’aglio, che può diventare la soluzione di un problema tanto sofferto: la mancata ricrescita dei capelli.

Altri rimedi per la ricrescita dei capelli

Per coloro che non sopportano l’odore dell’aglio, è possibile fare un trattamento dall’odore più gradevole.

Mescolate un cucchiaino e mezzo di camomilla, un tuorlo, 2 o 3 cucchiaini d’acqua e un cucchiaino dei seguenti ingredienti: aloe vera gel, miele e estratto di aglio.

Massaggiate la mistura sul cuoio capelluto con movimento deciso e circolare. Lasciate agire per 20-30 minuti e poi fate uno shampoo come di norma.

Anche se all’apparenza sembra una pozione di stregoneria il risultato può essere altrettanto soddisfacente, al punto da rinunciare volentieri all’odore non troppo gradevole dell’aglio.

Un’ altro rimedio contro la perdita di capelli è l’uso dell’amla, conosciuta come uva spina indiana, grazie alle proprietà che la caratterizzano: vitamina C e antiossidanti.

Per effettuare un trattamento con amla si può usare sia il succo che la polvere ed applicarlo sui capelli con un massaggio finché non viene completamente assorbito.

Per realizzare un composto davvero efficace è necessario mischiare il succo di amla con un po’ di succo di limone e applicare il tutto sul cuoio capelluto fino a lasciarlo asciugare.

Quando il problema persiste e i rimedi illustrati non dovessero essere sufficienti è necessario recarsi da un medico che potrebbe decidere di prescrivere dei prodotti più invasivi da applicare sul cuoio cappelluto o indagare se ci fossero delle cause più profonde per la caduta dei capelli.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche