×

Sparatoria a Frosinone: ferito rivale nel racket della prostituzione

Un albanese di 37 anni ha aggredito un suo connazionale e coetaneo durante una sparatoria a Frosinone.

sparatoria frosinone

Sparatoria a Frosinone, dove due rivali nel racket della prostituzione nell’area industriale, hanno iniziato a litigare all’interno del bar Caterina di via Tommaso Albinoni. Il diverbio si è fatto presto violento e uno dei due aggressori ha finito per sparare in testa all’altro.

Entrambi sono 37enni albanesi.

La vicenda è avvenuta durante la serata di ieri, martedì 10 Dicembre 2019. L’autore del crimine si è consegnato lui stesso alla polizia, quando ha capito che ormai non aveva più scampo. L’uomo ferito, invece, si trova ricoverato in prognosi riservata al policlinico Umberto I di Roma. Secondo le prime infornazioni trapelate, il 37enne è stato operato d’urgenza e il proiettile è stato estratto dal suo cranio.

Le sue condizioni sarebbero gravissime e rimane in pericolo di vita.

Sparatoria a Frosinone

In base ad una prima ricostruzione dei fatti, dopo il litigio, uno dei due uomini si era allontanato, aspettando che l’altro entrasse nella sua auto. A quel punto gli ha sparato un colpo di pistola in testa. I due sono entrambi residenti a Frosinone e in possesso di un regolare permesso di soggiorno. La pistola con cui è stato commesso il crimine è risultata rubata a Ceccano lo scorso 8 Dicembre.

Ora si trova sotto sequestro.

Il 37enne albanese ha ammesso immediatamente le sue responsabilità ed è stato accompagnato presso il carcere della città. L’uomo ha anche ammesso che la ragione della lite era la gestione del racket della prostituzione nell’area industriale della città di Frosinone.

Contents.media
Ultima ora