Come lavare i piatti in lavastoviglie senza usare il detersivo

Casa

Come lavare i piatti in lavastoviglie senza usare il detersivo

detersivi_lavastoviglie

Lavare grazie al ciclo di risciacquo

Una lavastoviglie non deve essere necessariamente utilizzata con il detersivo. Infatti esiste un ciclo di lavaggio e un ciclo di risciacquo e in base al modello che si possiede e a quanto sono sporchi i piatti, in alcuni casi viene consigliato di usare solo il risciacquo. Un intero ciclo di lavaggio delle stoviglie consuma il doppio di acqua rispetto al lavaggio nel lavello, il solo ciclo di risciacquo è in grado di lavare i piatti in modo sicuro senza l’utilizzo di un detergente.

Ma cosa serve per fare ciò? Bisogna munirsi principalmente di aceto bianco, se si desidera è possibile usare anche del brillantante per avere un risultato più splendente e facilitare l’asciugatura delle stoviglie per rendere piatti e bicchieri più splendenti.Questo può essere tranquillamente sostituito con l’acido citrico che si acquista in polvere l’acido citrico agisce anche come anticalcare, anche come disincrostante (ogni mese se ne versa 1 l direttamente nella vaschetta del detersivo della lavastoviglie e si avvia un programma a 60°). Su Amazon è possibile acquistare l’acido citrico in comode buste.

Tanto per iniziare è necessario sciacquare leggermente i piatti sporchi o all’interno del lavandino o in una vaschetta per rimuovere lo sporco in eccesso.

Subito dopo bisogna caricare il tutto all’interno della lavastoviglie, massimizzare il risciacquo, impilando i piatti più grandi all’estremità e le tazze a testa in giù. Aggiungere poi dell’aceto bianco dentro la vaschetta del detersivo, e se vuoi un po’ di brillantante nella vaschetta per il risciacquo. L’acido dell’aceto bianco disinfetta i piatti e il brillantante li fa uscire immacolati. Imposta la lavastoviglie sul ciclo di risciacquo e chiudi lo sportello,i piatti saranno lavati e disinfettati.

Come alternativa: detersivi naturali

Quasi la totalità dei detersivi inquina l’ambiente e le tracce delle sostanze chimiche con cui è fatto possono rimanere sulle stoviglie anche dopo il risciacquo. Scopriamo come non danneggiare la nostra lavastoviglie ed anche l’ambiente grazie ai detersivi fatti in casa. Bastano pochi ingredienti,il tutto è molto semplice!

Se avete terminato il vostro detersivo per la lavastoviglie abituale, o se avete deciso di cercare delle alternative ai detergenti tradizionali, perché non testare una nuova ricetta? Si tratta di soluzioni che potrete sperimentare facilmente, poiché richiedono ingredienti facilmente reperibili ed economici.

Ad esempio è possibile creare, con limone e sale, un detergente per piatti.

Basta miscelare bene tutti gli ingredienti per ottenere un detersivo dalla consistenza omogenea.

Aggiungendo un po’ di acqua, 300 grammi di bicarbonato di sodio ed 1 o 2 cucchiai di sapone liquido di Marsiglia è possibile creare un composto che una volta versato in degli stampini e asciugato si trasmuterà in delle vere e proprie pastiglie per la lavastoviglie. L’importante è che la quantità del bicarbonato sia sempre il doppio rispetto al detersivo impedendo così che il sapone di Marsiglia crei troppa schiuma.

Se siete davvero interessati consiglio di acquistare questo libro per imparare a creare dei detersivi naturali, utili davvero per qualsiasi cosa all’interno della vostra abitazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche