Sintomi dell’allergia alla birra

Salute

Sintomi dell’allergia alla birra

birra

Le persone che si scopro allergiche alla birra sono in continuo aumento. Scopri quali sono i suoi sintomi.

L’allergia alla birra può provocare spiacevoli reazioni immediatamente dopo il consumo della bevanda. I segni e sintomi più comuni dell’intolleranza alla birra sono congestione nasale e arrossamento della pelle. Questa condizione, è talvolta erroneamente indicata come un’allergia. L’intolleranza è causata da una malattia genetica in cui il corpo non è in grado di metabolizzare l’alcol. L’unico modo per evitare queste tipologie di allergie è quello di evitarne il consumo.

Allergia alla birra

In alcune situazioni ciò che può sembrare un’allergia alla birra può essere causata da una reazione a prodotti chimici, o conservanti. Alcune volte, le reazioni sono causate dalla combinazione di alcol con alcuni farmaci. In rari casi, le reazioni all’alcol possono essere un segno di un grave problema di salute di base che richiede diagnosi e trattamento.

Sintomi

I sintomi di allergia alla birra possono includere:

  • Arrossamento del viso. Questo è solitamente il primo sintomo che una persona allergica sente.

    A volte però è una semplice reazione dovuta alla presenza di alcol nel proprio corpo.

  • Prurito sulla pelle. Molto importante evitare di grattarsi con eccessiva forza quando si ha la sensazione di prurito. Peggiorerebbe solo le cose.
  • Peggioramento di asma preesistente. Chi soffre di asma deve stare molto attento ad assumere sostanze a cui potrebbe essere allergico perché potrebbe mettere a serio rischio la propria salute. In caso di peggioramento di una sensazione di asma già presente in precedenza è sempre consigliabile contattare il proprio medico di fiducia.
  • Naso che cola.
  • Mal di testa. Questa condizione, solitamente accompagnata da una bassa pressione del sangue, è spesso sintomo di una reazione allergica.
  • Vomito. La sensazione di nausea è molto comune nelle persone che vengono colpite da un’intolleranza o un’allergia alimentare. Solitamente questa problematica si presenta dopo un paio di ore dall’assunzione dell’alimento a cui si è allergici.

Se si dispone di una reazione grave o si sospetta che i sintomi potrebbero essere collegati ad una allergia o ad un problema di salute di base, consultare il medico.

Cause

L’intolleranza alla birra si verifica quando il corpo non ha gli enzimi appropriati per abbattere (metabolizzare) le tossine dell’alcool.

Questo è causato da una predisposizione genetica.

Reazioni di intolleranza possono essere causate anche da una serie di altri ingredienti che si trovano comunemente in tutte le bevande alcoliche, soprattutto nella birra o nel vino. Questi includono:

  • Solfiti o altri conservanti
  • Prodotti chimici, cereali o altri ingredienti
  • L’istamina, un sottoprodotto della fermentazione

In alcuni casi, le reazioni possono essere attivate da un’allergia a un cereale come il mais, frumento o un’altra sostanza contenuta nelle bevande alcoliche.

Raramente, un forte dolore dopo aver bevuto alcol è un segno di un disturbo più grave di base, come ad esempio il linfoma di Hodgkin.

Allergia all’alcol

L’allergia alla birra ha molteplici motivazioni. Talvolta chi è allergico a questa bevanda lo è perché intollerante all’alcol in generale. Poche persone, si sono scoperte allergiche realmente all’alcol, molte di più sono allergiche ai uno dei cereali che vengono comunemente usati per produrre l’alcol. Altre volte, invece, si è allergici a uno dei tanti conservanti che sono contenuti nella bevanda.

  • La birra, il vino e i liquori contengono un elemento chiamato istamina; viene,solitamente, prodotto durante il processo di fermentazione.
  • L’istamina è quella sostanza che permette di scatenare le reazioni allergiche in tutti gli esseri umani.
  • Altro motivo di allergia è la presenza dei solfiti, presente in quasi tutte le bevande alcoliche. Questo elemento viene usato come conservante e peggiora l’asma oltre che creare altri sintomi allergici.
  • Il vino rosso contiene meno conservanti rispetto al vino bianco. In termini tecnici contiene una quantità inferiore di solfiti.

Fattori a rischio

Fattori di rischio per l’intolleranza alla birra o altre reazioni alle bevande alcoliche includono:

  • Essere di origine asiatica.
  • Avere un’allergia a cereali o ad un altro cibo.
  • Avere il linfoma di Hodgkin.
  • Assunzione di alcuni farmaci antibiotici o antimicotici.
  • Assumere il disulfiram (Antabuse) per la dipendenza da alcol. Quando si beve, il disulfiram può causare reazioni che includono vampate, tachicardia,nausea e vomito.

Diagnosi

Il medico cercherà di capire se si dispone di una intolleranza, o se i sintomi sono causati da qualcosa d’altro, come una reazione ad altri ingredienti delle bevande alcoliche.

  • Descrizione dei sintomi. E’ fondamentale descrivere i sintomi in maniera accurata per aiutare il medico a formulare una diagnosi
  • Esame fisico. Un esame attento è in grado di identificare o escludere altri problemi medici.
  • Test cutaneo. Un prick test può determinare se si è allergici a qualcosa come ad esempio, i cereali nella birra.
  • Esame del sangue. Un esame del sangue è in grado di misurare la reazione del sistema immunitario ad una sostanza particolare controllando la quantità di anticorpi nel sangue conosciuti come immunoglobuline E (IgE).

Trattamenti e cure

L’unico modo per evitare i sintomi di intolleranza alla birra o una reazione allergica è quello di evitare l’alcol. Per una reazione minore, alcuni antistaminici possono aiutare a ridurre i sintomi. Tuttavia, gli antistaminici non possono trattare una grave reazione allergica.

È decisamente consigliata una visita con un medico esperto del settore che potrà dare i consigli migliori.

  • Il medico come prima cosa effettuerà un test cutaneo per preparare una corretta diagnosi. Il test cutaneo consiste nel pungere la pelle con un ago che al suo interno contiene alcuni elementi considerati a rischio allergia. Qualora la pelle reagisca a questi elementi vuol dire che è presente un’allergia.
  • Come secondo passaggio il medico che ha il paziente in cura prescriverà un esame completo del sangue. Questo viene fatto per ricercare il livello dell immunoglobuline. Purtroppo però questo esame non è sempre preciso.
  • Il medico infine, se lo riterrà necessario, potrà eseguire ulteriori esami. Per esempio potrà decidere di concentrarsi su un’anamnesi completa.

Prevenzione

L’unico modo per evitare una reazione è quella di evitare l’assunzione di birra. Leggere le etichette delle bevande con attenzione per vedere se contengono ingredienti o additivi come solfiti o grani.
Lavorare con il proprio medico per identificare quali misure si possono adottare per alleviare i sintomi e le modalità per individuare e rispondere ad una grave reazione.

Per saperne di più

Se non volete rinunciare al piacere della birra e farvi una cultura, il seguente libro illustra tutto ciò che c’è da sapere sulla storia della bevanda più antica della storia. Un elenco di diverse tipologie di birra, dai sapori originali a quelli più tradizionali, i cibi che si possono meglio abbinare e i diversi luoghi in cui questa bevanda ha fatto la sua comparsa.

Il seguente manuale illustra tutto ciò che c’è da sapere sulla birra, sui diversi ingredienti e sulla storia della bevanda che si è evoluta nei diversi paesi. Posto come libro di consultazione, il volume fornisce tutte le informazioni necessarie per acquisire una piena conoscenza della birra.

Tutta la verità sull’allergia e su come questa si manifesti in modo diverso in ognuno di noi raccolta in questo libro. Un’analisi dei fattori che più scatenano l’allergia e i diversi modi per alleviarla, acquisendo una maggiore consapevolezza del proprio stato di salute e dei propri bisogni. The Allergy Solution è un volume utile a capire quali agenti compromettano il nostro benessere e come porvi rimedio in modo immediato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

hand-351277_960_720
Salute

Come combattere le rughe con rimedi naturali

27 luglio 2017 di Maura Lugano

Sono le nemiche numero uno di ogni donna di ogni età, sono le rughe, le tanto odiate rughe, segno del tempo che passa, testimoni di una bellezza che di giorno in giorno cambia e si evolve. Le rughe, tra l’altro, iniziano ad essere il cruccio degli uomini, sempre più interessati al loro aspetto, e che talvolta attingono direttamente dalle donne i consigli per prendersi cura di sé, anche dei propri segni del tempo che passa.
La grande attrice Anna Magnani implorava i truccatori che non le coprissero nemmeno una delle rughe del viso, per lei esse erano simbolo delle esperienze belle e brutte della vita, ma oggi giorno si inizia presto a prendersi cura di questo problema, ogni donna ci tiene ad avere un aspetto giovane che le dia sicurezza, compiacimento e che susciti ammirazione.
Tante donne, soprattutto quelle che per varie ragioni vedono sul proprio viso apparire segni marcati di invecchiamento, desiderano un viso più piacevole, ma non vogliono ricorrere alla siringa o al bisturi, oppure non ne hanno la possibilità. Sono sempre più numerose quelle che cercano delle soluzioni naturali e dei prodotti naturali, in questa loro ricerca sicuramente possono trovare un aiuto e anche una soluzione.