×

Violenza su donne: sindacati europei, molestie lavoro si sono spostate on line

Bruxelles, 25 nov. (Labitalia) – Le leggi contro le molestie sul posto di lavoro devono essere aggiornate per proteggere le donne che lavorano da casa dagli abusi online resi possibili dalle tecniche di sorveglianza utilizzate dai datori di lavoro. Lo chiedono i sindacati europei della Ces (la Confederazione europea dei sindacati che rappresenta 45 milioni di lavoratori di 89 organizzazioni sindacali) in una lettera inviata ai ministri nazionali in occasione della Giornata internazionale di contrasto alla violenza su donne e ragazze.

"Le donne che lavorano in prima linea anche durante il Covid, in particolare badanti, addetti ai trasporti, commesse e addetti alle pulizie, hanno subito un aumento degli abusi durante la crisi. Ma gran parte delle molestie sul posto di lavoro subite dalle donne si è spostata online durante i periodi di confinamento, facilitata da strumenti di monitoraggio intrusivi utilizzati da molte aziende", dicono. Per contrastare la nuova minaccia, i sindacati sollecitano "i Paesi a ratificare la nuova convenzione dell'Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo) che li impegna a prevenire e affrontare il cyberbullismo e le molestie".

L'Ilo spiega: "La Convenzione n. 190 protegge da tutte le forme di violenza e molestie nel mondo del lavoro, e si basa su un concetto ampio di "mondo del lavoro" che tiene conto del fatto che al giorno d'oggi il lavoro non si svolge sempre in un luogo di lavoro fisico. Ad esempio, copre la violenza e le molestie che si verificano durante i viaggi legati al lavoro, quando ci si sposta da e verso il lavoro, negli alloggi forniti dal datore di lavoro o tramite comunicazioni legate al lavoro, comprese quelle abilitate dalle tecnologie dell'informazione e della comunicazione".

"La convenzione, che entrerà in vigore il prossimo anno, è il primo standard internazionale del lavoro per affrontare la violenza e le molestie nel mondo del lavoro -ribadisce la Ces-. I governi e i datori di lavoro che sono membri dell'Ilo hanno approvato la Convenzione e si sono impegnati a migliorare le leggi, i servizi e le procedure per contrastare la violenza e le molestie".

“Sebbene siano in vigore alcune leggi, politiche e servizi, la violenza e le molestie sul lavoro rimangono un problema grave, soprattutto per le donne. Oggigiorno non esistono meccanismi efficaci sufficienti per prevenire e contrastare le molestie informatiche e, in particolare, per prevenire la sorveglianza intrusiva -ha dichiarato il vice segretario generale della Ces, Esther Lynch-. Le aziende generalmente sanno o possono scoprire facilmente come affrontare le molestie sul lavoro, ma devono aggiornare le loro procedure per applicarle alle molestie dei lavoratori che lavorano da casa. La tendenza al lavoro da casa continuerà dopo la pandemia Covid quindi la convenzione Ilo è tempestiva e necessita di un'attenzione urgente".

“Il modo migliore per ottenere progressi è che i governi garantiscano il quadro giuridico corretto per affrontare questioni come le molestie informatiche, la sorveglianza informatica e incoraggiare i datori di lavoro a negoziare le procedure con i sindacati. Ciò ha già dimostrato di avere successo poiché le aziende con un sindacato subiscono il 60% in meno di molestie sessuali. La Convenzione impegna anche i governi e i datori di lavoro a mitigare l'impatto della violenza domestica anche quando la casa è il luogo di lavoro, come sempre più spesso accade soprattutto con Covid. Chiede inoltre misure come il congedo per le vittime, accordi di lavoro flessibili, protezione temporanea contro il licenziamento e per consentire il sostegno sul posto di lavoro alle vittime di violenza domestica", conclude Lynch.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Ict: Epicode, sold-out per corsi formazione digitale
Lavoro

Ict: Epicode, sold-out per corsi formazione digitale

3 Marzo 2021
Roma, 3 mar. (Adnkronos/Labitalia) - Formare i professionisti dell’Ict di cui il mercato italiano necessita, in un'epoca in cui la trasformazione digitale non è più un'opzione ma una esigenza. Con…
Contents.media
Ultima ora