×

L’FBI perquisisce tenuta di Trump: cerca documenti classificati

Palm Beach, 9 ago. (askanews) – “La mia casa in Florida è perquisita dall’FBI” lo ha annunciato l’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, con un comunicato in cui annuncia che la sua tenuta in Florida, Mar-A-Lago, è “attualmente sotto assedio, perquisita e occupata da un grosso gruppo di agenti dell’Fbi”.

La perquisizione, avvenuta dietro mandato riguarda 15 casse di materiale che l’ex presidente trasportò l’anno scorso a Mar-A-Lago e che si era rifiutato di restituire.

Gli agenti secondo il Tycoon hanno anche aperto una cassaforte. Trump secondo varie fonti aveva l’abitudine di stracciare documenti ufficiali che invece avrebbero dovuto finire negli archivi governativi.

Parlando di “tempi oscuri per la nostra Nazione”, Trump nel comunicato ha detto che “Niente di simile è mai successo prima a un presidente degli Stati Uniti” lamentando nei suoi confronti una “persecuzione politica incessante per impedirgli di correre per la presidenza nel 2024”.

Si tratta di una clamorosa evoluzione delle varie indagini in

corso sull’ex presidente, in particolare in relazione agli eventi del 6 gennaio 2021, e alla possibilità – di cui discute una Commissione parlamentare – che Trump fosse al corrente dell’assalto progettato da suoi seguaci ai palazzi del Parlamento sul Campidoglio a Washington, o che addirittura li

abbia incoraggiati nella speranza di impedire l’insediamento alla Casa Bianca di Joe Biden. La questione è anche all’esame del Dipartimento della Giustizia che indaga sui possibili sforzi di Trump per ribaltare il risultato elettorale che vide Biden

vincere, anche tramite l’invio di finti Grandi Elettori per la

certificazione del Collegio Elettorale.

Dopo che si è diffusa la notizia della perquisizione, alcuni sostenitori dell’ex presidente hanno sfilato davanti alla sua tenuta in Florida.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora