×

Sicilia, terremoto di magnitudo 4.3 a Motta Sant’Anastasia (Catania)

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 è stata registrata nel comune di Motta Sant’Anastasia, in provincia di Catania, in Sicilia.

terremoto sicilia motta santanastasia 768x512

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 ha fatto tremare la terra in provincia di Catania, in Sicilia. Il fenomeno sismico è stato registrato dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia nel tardo pomeriggio di giovedì 23 dicembre. L’epicentro è stato individuato a Motta Sant’Anastasia e ha avuto una profondità di 11 chilometri.

Sicilia, terremoto di magnitudo 4.3 a Motta Sant’Anastasia (Catania)

Nella serata di giovedì 23 dicembre, alle 22:33:45 ora italiana, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) ha rilevato una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 in prossimità di Catania, in Sicilia.

Il terremoto di magnitudo 4.3, sulla base delle informazioni diramate dall’Ingv, ha avuto un epicentro localizzato a 6 km a sud ovest del comune di Motta Sant’Anastasia, in provincia di Catanzaro, mentre l’ipocentro ha avuto una profondità pari a 11 chilometri.

Per quanto riguarda le coordinate geografiche del sisma registrato entro i confini calabresi, sono state indicate una latitudine pari a 37.484 e una longitudine pari a 14.918.

Non sembra che la scossa abbia provocato danni a cose o persone ma, in considerazione dell’ipocentro superficiale, è stata avvertita in numerose località situate nelle vicinanze di Motta Sant’Anastasia.

In particolare, il sisma è stato avvertito chiaramente a Paternò e nelle zone limitrofe.

Sicilia, terremoto di magnitudo 4.3 a Motta Sant’Anastasia (Catania): sciame sismico

Il sisma di magnitudo 4.3 a Motta Sant’Anastasia fa parte di uno sciame sismico che si è originato nella medesima località nella serata di giovedì 23 dicembre.

A questo proposito, Ingv Etnea hanno comunicato che il primo terremoto dello sciame sismico è avvenuto alle 21:30 e ha avuto magnitudo 2.4; il secondo terremoto è stato avvertito alle ore 21:36 e ha avuto magnitudo 2.9; il terzo terremoto delle 21:38 ha avuto magnitudo 3.3; un quarto terremoto segnalato alle ore 21:40 ha avuto nuovamente magnitudo 2.4; un quinto terremoto di magnitudo 2.9 è stato registrato dall’Ingv alle 22:01 mentre l’ultimo e più forte terremoto delle 22:33 ha avuto magnitudo 4.3.

Nonostante la bassa magnitudo delle scosse, sono molti gli utenti che hanno postato messaggi sui social scrivendo di aver avvertito i terremoti che hanno caratterizzato lo sciame sismico.

Sicilia, terremoto di magnitudo 4.3 a Motta Sant’Anastasia (Catania): comunicato della Protezione Civile

In merito allo sciame sismico che si è verificato in provincia di Catania, è intervenuto il Dipartimento della Protezione Civile che ha diramato il seguente comunicato:

A seguito dell’evento sismico registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in provincia di Catania alle ore 22:33 con magnitudo ML 4.3, la Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile si è messa in contatto con le strutture locali del Servizio Nazionale della Protezione Civile.

L’evento – con epicentro localizzato nel comune di Motta Sant’Anastasia in provincia di Catania – risulta avvertito dalla popolazione. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia non risultano danni a persone o cose.

Sicilia, terremoto di magnitudo 4.3 a Motta Sant’Anastasia (Catania): caratteristiche

Il terremoto di magnitudo 4.3, avvenuto in provincia di Catanzaro, è stato individuato dalla Sala Sismica INGV-Roma e si è concentrato soprattutto nell’area orientale del comune di Bianchi. Il fenomeno è stato avvertito in modo lieve, specialmente nei comuni situati entro 20 chilometri dall’epicentro.

A questo proposito, tra i comuni situati entro 20 chilometri dall’epicentro del sisma, figurano Motta Sant’Anastasia(CT), a 6 chilometri di distanza; Misterbianco (CT), a 9 chilometri di distanza; Paternò (CT), a 12 chilometri di distanza; Camporotondo Etneo (CT), a 13 chilometri di distanza; Belpasso (CT), a 14 chilometri di distanza; San Pietro Clarenza (CT), a 14 chilometri di distanza; Gravina di Catania (CT), a 15 chilometri di distanza; Santa Maria di Licodia (CT), a 16 chilometri di distanza; Mascalucia (CT), a 16 chilometri di distanza; Sant’Agata li Battiati (CT), a 17 chilometri di distanza; Ragalna (CT), a 17 chilometri di distanza; Tremestieri Etneo (CT), a 18 chilometri di distanza; Nicolosi (CT), a 18 chilometri di distanza; Biancavilla (CT), a 19 chilometri di distanza; San Giovanni la Punta (CT), a 19 chilometri di distanza; San Gregorio di Catania (CT), a 20 chilometri di distanza.

Sicilia, terremoto di magnitudo 4.3 a Motta Sant’Anastasia (Catania): città con più di 50.000 abitanti

Tra le città con più di 50.000 abitanti situate entro 100 km dall’epicentro del fenomeno, infine, il sisma è stato localizzato dall’INGV a 15 km a ovest di Catania; a 27 km a sud ovest di Acireale; a 57 km a nord ovest di Siracusa; a 63 km a nord di Ragusa; a 67 km a nord est di Vittoria; a 70 km a nord di Modica; a 75 km a nord est di Gela; a 76 km a est di Caltanissetta; a 95 km a sud ovest di Reggio di Calabria; a 98 km a sud ovest di Messina.

Contents.media
Ultima ora