×

Sud: Draghi, 'non era e non è destinato a restare indietro'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 13 mag. (Adnkronos) – "Il Sud non era – e non è – dunque destinato a rimanere indietro". Così il premier Mario Draghi al Forum 'Verso Sud' in corso a Sorrento. "L’evoluzione delle politiche pubbliche per il Meridione è spesso rappresentata come una successione di inevitabili sprechi, fallimenti".

"La storia economica del Sud nel Secondo Dopoguerra è però più complessa di come raccontano questi pigri pregiudizi. Dagli anni ’50 fino alla crisi petrolifera del ‘73, sospinto anche dagli investimenti pubblici, il Sud è cresciuto a una velocità superiore al Nord".

"In quel periodo il rapporto tra il prodotto interno lordo pro capite del Mezzogiorno e quello del Centro-Nord è migliorato di 10 punti percentuali – dal 55 al 65 per cento.

Tra la seconda metà degli anni ‘90 e l’inizio degli anni 2000, le politiche di investimento hanno contribuito a restringere la forbice tra Nord e Sud, con impatti positivi sull’occupazione".

Contents.media
Ultima ora