Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Lampedusa, il sindaco: “Sbarchi ogni giorno”
Cronaca

Lampedusa, il sindaco: “Sbarchi ogni giorno”

sindaco lampedusa

Il primo cittadino Salvatore Martello sugli sbarchi: "Ci sono ogni giorno. Lampedusa pronta ad accogliere".

Quella di giovedì 26 giugno è senza dubbio una giornata caldissima per quanto riguarda i migranti. La Sea Watch 3 ha infatti violato il divieto di oltrepassare il confine delle acque italiane decidendo di dirigersi verso Lampedusa per far sbarcare i 43 migranti a bordo, che, dopo 14 giorni in mare, sono sfiniti e stremati. Sulla vicenda, però, è intervenuto anche il sindaco di Lampedusa, Totò Martello: “Tutto questo macello sta succedendo perché c’è una Ong che sta portando avanti un’operazione di salvataggio. Non è lo sbarco in sè, gli sbarchi a Lampedusa continuano, ma li vediamo solo noi, il Governo non li vede”.

“Sbarchi ogni giorno”

Raggiunto telefonicamente dall’HuffPost, il sindaco di Lampedusa ha parlato della situazione della Sea Watch e degli sbarchi sull’isola sicula. “La Sea Watch non ci ha contattato, non abbiamo ricevuto chiamate da bordo, assistiamo da lontano. Ma siamo pronti a dare accoglienza” ha esordito il primo cittadino.

Il mare non è un’autostrada – ha proseguito – dove alzi una paletta e blocchi una macchina in transito. Il mare ha tutta un’altra storia – ha continuato prima di parlare del decreto Sicurezza Bis -. Non sono d’accordo con quanto dispone questo decreto”.

“A Lampedusa sono arrivate venti persone. Ma quelli non interessano a nessuno. Non a caso li definiscono “sbarchi fantasma”. Quelli li vediamo solo noi, il Governo non li vede” ha poi detto parlando delle decine di migranti che approdano a Lampedusa ogni giorno.

Soccorsi in 47

Proprio nella mattinata di mercoledì 26 giugno, 47 migranti sono stati soccorsi dopo che il veliero su cui viaggiavano si è incagliato lungo una spiaggia tra Crotone e Isola Capo Rizzuto. Il gruppo è risultato essere composto da 31 uomini, 8 donne e 8 minori, tutti di nazionalità irachena, pakistana e curda. Sarebbero stati raggiunti da Guardia Costiera e Guardia di Finanza, e le loro condizioni sarebbero buone.

Accompagnati a Crotone, i migranti sarebbero stati trasferiti al centro di accoglienza richiedenti asilo di Sant’Anna, dove sono stati identificati.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche