Dita gonfie e con prurito: cause e rimedi
Dita gonfie e con prurito: cause e rimedi
Salute

Dita gonfie e con prurito: cause e rimedi

Dita gonfie e con prurito: cause e rimedi
Dita gonfie e con prurito: cause e rimedi

A chi non è capitato di avere dita gonfie e la sensazione di prurito? La cattiva circolazione è la causa principale, ma non solo. Rimedi

Le dita di mani e piedi sono facilmente soggette a gonfiori: stati patologici della pelle riconoscibili per il rigonfiamento e il senso di prurito.

Ci sono vari fattori, anche non necessariamente patologici, alla base di questi sintomi. Una sindrome premestruale, ad esempio, può portare al ristagno di liquidi nelle estremità del corpo e indurre questa particolare sintomatologia.

La stessa fine di una gravidanza è a volte anche causa di una cattiva circolazione e può portare al gonfiore e al formicolio delle dita delle mani.

Le cause più gravi che hanno per effetto il rigonfiamento delle dita e il prurito sono l’ipertiroidismo, la pressione alta, problemi cardiaci, artrosi, artrite e artrite reumatoide.

Ci sono poi alla base di questi sintomi difficoltà renali, o l’uso di alcuni farmaci antidepressivi, contro il diabete o la pressione alta e alcuni medicinali ad azione ormonale .

Cattiva circolazione: effetti sul metabolismo

Una delle cause principali del gonfiore e del senso di prurito delle dita (di mani e piedi) è la cattiva circolazione.

La circolazione del sangue è fondamentale per il nostro benessere fisico.

Ad essa si lega il trasporto di ossigeno, sostanze nutritive e ormoni in tutto il corpo: elementi indispensabili per il corretto funzionamento degli organi e di ogni processo vitale.

Le arterie sono infatti pensabili come autostrade del nostro corpo: come tali, richiedono una buona manutenzione, che sola può garantirne anche il giusto funzionamento. Dietro a malfunzionamenti delle arterie si nascondono infatti problemi gravi dell’intero metabolismo.

La cattiva circolazione del sangue si riflette sul corpo in tanti modi.

IL GONFIORE DEGLI ARTI. Le dita di mani e piedi si gonfiano a causa del lento deflusso sanguigno.

LA PELLE BIANCASTRA DI MANI E PIEDI. Prive di un apporto adeguato di sangue, la pelle diventa più bianca, quasi cianotica. Le aree più lontane dal cuore (mani e piedi) possono apparire annerite.

ANSIA, STRESS E DEPRESSIONE. In casi particolari di disagio psicologico (ansia, stress e depressione), il metabolismo reagisce pompando più sangue agli organi principali.

Ciò provoca una riduzione della circolazione verso le estremità (mani e piedi) e l’effetto si traduce poi in mani e piedi freddi, perché è legato al flusso sanguigno una temperatura corporea più alta.

GELONI. Chi soffre di cattiva circolazione è più soggetto ai geloni, che sono dovuti a un restringimento dei vasi sanguigni della pelle. Questo sintomo è più frequente in inverno, perché il freddo causa di fatto questo restringimento.

ALTA PRESSIONE SANGUIGNA. La cattiva circolazione si può legare anche a depositi di grasso nelle arterie. Ciò provoca il restringimento dello spazio per il flusso di sangue e quindi a un innalzamento anche della pressione, perché per pompare la stessa quantità di sangue occorre una pressione maggiore.

UNGHIE FRAGILI, PERDITA CAPELLI E PELLE SECCA. Una circolazione carente per ovvi motivi apporta anche una minor concentrazione di ossigeno alla pelle, ai capelli e alle unghie. Ciò provoca un loro indebolimento, riconoscibile anche a occhio nudo.

Si traduce infatti in unghia fragili, caduta di capelli e pelle secca.

VENE VARICOSE. In casi di scarsa circolazione sanguigna, le valvole deputate al passaggio del sangue si indeboliscono. Le vene sotto pelle per questo si gonfiano e l’effetto che si avverte è la sensazione di prurito e dolore se si è stati troppo tempo seduti o in piedi nella stessa posizione.

STANCHEZZA. Una cattiva circolazione può essere anche causa di stanchezza fisica. Ciò si spiega perché i muscoli hanno un deficit di ossigeno e sostanze nutrienti. L’effetto è l’indolenzirsi dei muscoli e l’abbassamento della soglia di resistenza, il respiro è più affannoso.

SCARSA PRODUTTIVITA’ COGNITIVA. Anche il cervello è un muscolo (quello più importante, se ne esiste uno più importante di altri). Come tale, ha bisogno di ossigeno. Con uno scarso apporto, è facile spiegare anche una riduzione delle capacità di concentrazione, oltre che una limitata efficacia della memoria a breve e a lungo termine.

Rimedi al gonfiore e prurito delle dita

Nel caso che i sintomi sulle dita siano dovuti a patologie gravi, i rimedi sono dati dalle terapie specifiche per risolvere tali problemi.

Altrimenti, i rimedi possono tradursi in semplici accorgimenti.

L’ALIMENTAZIONE.

Per favorire la circolazione sanguigna, è bene ridurre il sale, limitare i cibi ricchi di conservanti e optare per una dieta più sana che apporti in modo equilibrato tutti i nutrienti necessari.

Per il suo apporto di flavonoidi, è consigliato l’uso di cioccolata fondente: migliora la circolazione e abbassa il colesterolo e la pressione.

ATTIVITA’ FISICA. E’ consigliabile riattivare la circolazione facendo esercizi specifici per gli arti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Kindle Paperwhite 3G
189 €
DeLonghi En80.Cw Inissia Nespresso Crema
49.99 €
Panasonic MJ-L500 Estrattore di succo 150W Nero, Argento spremiagrumi
129.9 €
Huawei P10 Lite 32GB 3GB Ram Blue
215 €