×

Sostenibilità, Chinni (Ucb Italy): 'Ecco la nostra strategia'

Condividi su Facebook

Roma, 26 nov. – (Adnkronos) – "Ucb ha abbracciato i Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite, in particolare su due: il 3 (buona salute e benessere per le persone) e il 17 (partnership per gli obiettivi). Su questi abbiamo individuato delle aree tematiche.

La prima è l'innovazione scientifica: l'idea di Ucb è di orientare la propria ricerca verso malattie che oggi non hanno ancora trovato una cura e verso le malattie rare, avendo anche come target finale la terapia genica. Per fare questo, serve una percentuale molto alta di investimento in ricerca e sviluppo, quello che cerchiamo di fare noi è di avere sempre una percentuale alta dei nostri ricavi – oggi il 25% sul fatturato 2019 – dedicati a R&S".

Così Federico Chinni, managing director Ucb Italy, racconta la strategia di sostenibilità Ucb nel suo intervento al Terzo Forum Sostenibilità di Fortune Italia

A livello italiano, "siamo attivi nel mondo dell'epilessia per ragionare su come implementare la telemedicina e su tre aree tematiche: piattaforma tecnologica, inquadramento normativo e fruibilità, da parte dei pazienti e del medico", continua Chinni ricordando anche il servizio 'Ucb a casa' che si occupa dell'home delivery dei farmaci, "un servizio che abbiamo studiato durante l'emergenza Covid e che contiamo di portare avanti anche dopo l'emergenza".

Capitolo salute, sicurezza e benessere dei dipendenti. "Riteniamo che lavorare su questo ambito abbia una ricaduta positiva anche sulla società – spiega il managing director Ucb Italy – Dall'inizio della pandemia abbiamo tenuto i dipendenti a lavorare in casa; da settembre, poi, abbiamo creato il documento 'Stronger than ever' lasciando ai collaboratori e ai loro responsabili la libertà di decidere quando sia utile andare in ufficio, lavorando di più su una logica di lavoro per obiettivo e di fiducia".

Sul fronte della salute del pianeta "abbiamo l'obiettivo ambizioso di diventare una compagnia carbon neutral entro il 2030 con obiettivi annuali – aggiunge Chinni – a livello di affiliata italiana, ci stiamo impegnando sul fronte delle emissioni indirette" ad esempio introducendo auto ibride ed elettriche e colonnine di ricarica presso gli uffici. Dal 2021, poi, "introdurremo gli obiettivi legati alla sostenibilità tra gli obiettivi aziendali e ad ogni persona che lavora per la nostra organizzazione chiediamo di domandarsi se e come ogni iniziativa che portiamo avanti possa essere migliorata dal punto di vista dell'impatto ambientale" perché "l'impegno quotidiano di ogni persona può spostare le cose e farle accadere"


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media