×

Tennis and Friends, Fondazione Ania in campo per la prevenzione

Roma, 14 ott. (askanews) – Oltre 100.000 persone hanno partecipato alla nona edizione di Tennis & Friends, evento che coniuga sport e prevenzione. Un weekend interamente dedicato alla salute, con lo scopo di promuovere un corretto stile di vita, una diagnosi precoce e permettere a tutti i cittadini di effettuare check-up gratuiti e visite specialistiche. Oltre 20.000 sono state le visite effettuate.

E il settore assicurativo, con la Fondazione Ania, è sceso in campo nel segno della prevenzione. Per il terzo anno consecutivo la Fondazione Ania è stata partner attivo del Tennis and Friends.

La presidente, Maria Bianca Farina: “Questa manifestazione si pone all’interno del lavoro e degli obiettivi che la Fondazione da sempre persegue. La Fondazione supporta tutte le iniziative relative alla salute e a tutti i bisogni dei nostri clienti, in particolare in primis quello della salute e lo segue attraverso tutte le fasi del ciclo del valore della salute stessa, innanzitutto la prevenzione e poi la cura e l’assistenza. Questo di Tennis & Friends è il regno della prevenzione. Oggi la prevenzione è abbastanza entrata nella nostra cultura ma non quanto necessiterebbe per raggiungere obiettivi di salute migliori”.

Un’area interamente dedicata alla prevenzione, con postazioni per check up medici gratuiti in quattro aree: allergologia, epatologia, nutrizionismo e cardiologia.

Il segretario generale della Fondazione Ania, Umberto Guidoni: “La domanda di prevenzione è molto alta in Italia. Sono tre anni che la fondazione Ania va in giro a proporre check-up gratuiti alla popolazione, ricevendo una risposta molto consistente. In questo periodo di tempo siamo riusciti a fare oltre 15.000 check up gratuiti da cui sono emerse anche situazioni particolarmente critiche, e riteniamo di aver salvato più di qualche vita attraverso la prevenzione”.

Numerosi i personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport. Andrea Lucchetta, ex pallavolista italiano: “Nello sport la prevenzione serve per prevenire grandi infortuni ma soprattutto all’interno di una équipe che è in grado di poter aiutare nell’attività agonistica e tutti i grandi campioni. I grandi campioni devono mettersi in gioco perché lo sport è anche spettacolo e quindi ecco che testimonial di quanto sia importante questo tipo di messaggio sono qui a parlare di quanto sia importante la prevenzione”.

L’ex campione di calcio, Gianni Rivera: “La prevenzione è fondamentale, oramai l’hanno capito tutti. I medici stanno insistendo su questa parola, la gente ha capito e i risultati poi si vedono perché per certe malattie la prevenzione è fondamentale”.

Le testimonianze di alcune delle migliaia di persone che si sono avvicinate allo spazio della Fondazione Ania: “Ho sentito per televisione questa adunanza, una delle più belle cose degli ultimi tempi. E sono venuto per fare dei check-up in questa bella location”. “La prevenzione credo che oggi sia la cosa più importante”. “Vengo tutti gli anni, faccio visite e seguo il tennis. È una bella cosa”.

Una caposala del Gemelli: “Senza prevenzione non c’è salute. La prevenzione al primo posto. Se anche riusciamo a prevenire anche solo una malattia per noi è già tanto e questi eventi servono a questo. Perché tanta gente, anche per motivi economici, non può fare prevenzione. Questo è un momento aperto a tutti”.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Mose, prima prova generale per le 78 dighe mobili
Video

Mose, prima prova generale per le 78 dighe mobili

10 Luglio 2020
Venezia, 10 lug. (askanews) - Dopo anni di attese, inchieste giudiziarie, fallimenti e proteste per Venezia è una giornata storica. La laguna è stata chiusa completamente al mare per poter…
Entire Digital Publishing - Learn to read again.