×

**Architetti: è morto Helmut Jahn, archistar che ha cambiato il volto di Chicago**

default featured image 3 1200x900 768x576

Washington, 10 mag. – (Adnkronos) – L'architetto tedesco naturalizzato statunitense Helmut Jahn, famoso progettista di edifici pubblici faraonici ad alta tecnologia che ha contribuito a cambiare il volto di Chicago e che ha firmato progetti iconici di Monaco di Baviera, Filadelfia, Bruxelles, Berlino e Bangkok, è morto all'età di 81 anni vittima di un incidente stradale nello stato dell'Illinois.

L'archistar stava andando in bicicletta a Campton Hills, a un centinaio di km a ovest di Chicago, quando è stato ucciso: la polizia ha spiegato che è stato investito da due veicoli che andavano in direzioni opposte dopo che non si era fermato a un incrocio. Uno dei conducenti delle auto è uscito illeso mentre l'altro è rimasto ferito ma non in maniera grave.

Jahn, sulla scia del suo maestro Ludwig Mies van der Rohe, ha elaborato un linguaggio originale, in cui le nuove tecnologie si armonizzano con la rilettura degli stili del '900.

Le sue architetture presentano uno stile eclettico derivato da una spiccata adattabilità alle diverse funzioni e ai diversi contesti culturali, ma generano sempre immagini forti e riconoscibili nei contesti in cui si trovano, assurgendo spesso al ruolo di vere e proprie icone urbane.

Tra gli edifici progettati da Jahn per Chicago si segnalano lo Xerox Center (1980), lo State of Illinois Center (1985), il Northwestern Terminal (1986), la Savings of American Tower (1993).

Molti altri suoi edifici sono stati realizzati negli Stati Uniti, in Asia e soprattutto in Europa: il grattacielo della Fiera di Francoforte sul Meno (1989), il centro aeroportuale e l'hotel Kempinski a Monaco di Baviera (1993-94), l'hotel Hyatt Regency a Roissy, presso l'aeroporto Charles De Gaulle di Parigi (1995), l'edificio Ku-Damm 70 a Berlino (1995), l'Augustinerhof a Norimberga (1997), il Sony Center presso il Potsdamer Platz a Berlino (2000), lo Charlemagne Building a Bruxelles (2000), la galleria Kaufhof a Chemnitz (2001). Tra le sue realizzazioni più recenti si ricordano le Highlight Business Towers di Monaco di Baviera (2003), il Suvarnabhumi Airport di Bangkok (2006), l'area residenziale 600 North Fairbanks di Chicago (2007), la Weser Tower di Brema e le Veer Towers di Las Vegas (2010) e la Joe and Rika Mansueto Library della Chicago University (2011). Jahn ha contribuito anche alla progettazione del quartier generale dell'Fbi a Washington ed ha firmato l'One Liberty Place (1987), il grattacielo diventato uno dei simboli di Filadelfia.

Contents.media
Ultima ora