Come rimuovere l'odore di urina dal bagno
Come rimuovere l’odore di urina dal bagno
Casa

Come rimuovere l’odore di urina dal bagno

urina

Eliminare il cattivo odore di urina dal bagno è una delle incombenze casalinghe più fastidiose. Possono esserci varie cause e altrettante soluzioni. Vediamole insieme.

Tra le tante mansioni domestiche che necessarie per vivere in un ambiente casalingo pulito e funzionale, la pulizia del bagno è sicuramente una delle meno piacevoli. Men che meno quando c’è di mezzo il cattivo odore di urina.

Odore di urina

Può succedere che di avverta odore di urina anche dopo averlo pulito. Questo può comportare forte imbarazzo, specialmente se di hanno ospiti in casa. La soluzione sta innanzitutto nel trovare la causa del cattivo odore. In questo modo diventa abbastanza semplice applicare un rimedio tempestivo. Avere un animale in casa, in particolare un gatto, sposta l’attenzione sicuramente su quest’ultimo, probabile responsabile del misfatto.
Vediamo qui possibile cause e conseguenti strategie da applicare.

Le piastrelle

L’odore di urina potrebbe venire dalle piastrelle del bagno. Controllare la presenza di macchie di urina per terra o sulle parenti, in particolare in prossimità della lettiera del gatto. Da asciutta l’urina lascia una macchia gialla cristallizzata abbastanza semplice da eliminare con un detergente disinfettante o con l’aceto.

Ripetere settimanalmente questo tipo di pulizia.

Gli angoli nascosti

Il cattivo odore potrebbe provenire anche dai tappetini del bagno, in particolare quelli vicino al gabinetto o alla lettiera. Lavarli spesso accuratamente. L’urina potrebbe trovarsi anche sul gabinetto in punti più nascosti, sulla base, nella cassetta di scarico, sotto la tavoletta o attorno alle viti della stessa. Pulire spesso con disinfettante e deodorante. L’urina potrebbe essere filtrata nelle pareti del bagno. In questo caso sarebbe necessario un intervento più drastico, come ripitturarle.

Possiamo dire in generale che, quando si pulisce il bagno, bisogna farlo regolarmente e in modo capillare almeno una volta a settimana. Fondamentale è anche utilizzare prodotti di buona qualità. Bisogna conoscere i materiali di cui sono fatti il lavandino, la vasca e le piastrelle, in quanto alcuni detersivi possono avere efficacia diversa in base alla superficie da trattare.

Oltre la pulizia

Oltre che una pulizia puntuale e attenta delle zone dove potrebbe annidarsi il ristagno di urina, ci sono dei consigli utili per rendere comunque l’ambiente più fresco e piacevole.

Fai ventilare

Far ventilare il bagno.

Per eliminare gli odori il segreto è quello di arieggiare correttamente e spesso l’ambiente. Se si possiede una ventola, è buona norma accenderla dopo aver usato il bagno, altrimenti aprire semplicemente la finestra.

Il purificatore per ambienti

Se nel bagno la circolazione dell’aria è scarsa, se per esempio parliamo di un ambiente senza finestre o con aperture limitare verso l’esterno, un prodotto per eliminare gli odori potrebbe non essere sufficiente. Sarebbe utile dotarsi di un purificatore per ambienti, un dispositivo da inserire nella presa di corrente che rimuove i batteri causa del cattivo odore, favorendo la circolazione dell’aria.

Prodotti fai da te

Tieni in bagno un prodotto per neutralizzare gli odori. Non i semplici rinfrescanti, che tendono solo a coprirli, ma il cui effetto è passeggero. Ci sono molti prodotti efficaci in commercio, provane diversi per scoprire quello che più adatto.

Puoi anche prepare un prodotto casalingo, spesso più efficace di quelli commerciali.

Prepararne per esempio uno mescolando 3 parti di acqua, 1 di vodka e 15 gocce di olio essenziale alla lavanda o all’eucalipto. Tieni la soluzione in un flacone spray e lascialo dietro al gabinetto, per spruzzarlo all’occorrenza.

Un’altra soluzione casalinga molto efficace per pulire ed eliminare gli odori è quella di impiegare bicarbonato di sodio, succo di limone e aceto. Prepara un composto con parti uguali di succo di limone e bicarbonato fino ad ottenere una pastella. Cospargila sul fondo sulla superficie del gabinetto con un panno umido e lascia agire per 15 minuti. Dopodiché spruzzare l’aceto precedentemente versato in un flacone spray. Rimuovere tutto con un panno dopo pochi minuti.

Seguendo questi consigli avrete sempre un bagno perfetto a prova di ospite.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche