×

Moria di pesci nel fiume Oder, al confine tra Polonia e Germania

Brandeburgo, 13 ago. (askanews) – Allarme disastro ambientale al confine tra Polonia e Germania. Un’improvvisa moria di pesci nel fiume Oder ha messo in allerta le autorità locali. La causa, secondo le prime analisi effettuate, potrebbe essere una elevata concentrazione di sostanze tossiche nell’acqua del fiume. Per questo è stato proibito usare l’acqua dell’Oder per qualsiasi attività: vietato bagnarsi, bere o toccare l’acqua, utilizzarla per irrigare o farvi bere gli animali, pescare o mangiare pesci pescati nel fiume.

Il ministero dell’Ambiente del Land tedesco del Brandeburgo ha riferito che una sostanza altamente tossica nel fiume sembra essere la causa di una moria dei pesci. “Ci sono le prove della presenza di sostanze chimiche sintetiche, molto probabilmente anche con effetti tossici per i vertebrati”, ha riferito il ministero, aggiungendo che non è chiaro come la sostanza sia entrata nell’acqua.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora