×

Unicef, Liam Neeson tra i bambini venezuelani migranti

Roma, 10 gen. (askanews) – Liam Neeson, ambasciatore di buona volontà dell’Unicef (Goodwill Ambassador), in missione nella regione brasiliana confinante con il Venezuela per incontrare famiglie migranti. L’attore irlandese ha rilanciato l’appello alla comunità internazionale ad aumentare gli aiuti per i bambini migranti e rifugiati del Venezuela che hanno bisogno di assistenza in America Latina e nei Caraibi, che già ne ospitano circa 3,9 milioni.

Il numero di famiglie che lasciano il Venezuela continua ad aumentare, è diventato uno dei flussi migratori più grandi al mondo e quest’anno, secondo l’Unicef, ci si aspetta che oltre 1,9 milioni di bambini, inclusi i migranti venezuelani e quelli delle comunità ospitanti, avranno bisogno di assistenza.

“Ho parlato con le famiglie venezuelane che hanno attraversato il confine, molte di loro con bambini – ha detto Liam Neeson – sono esausti, vulnerabili, e ancora sotto shock per aver lasciato tutto. Da padre, il mio cuore si è spezzato quando ho ascoltato le loro storie”.

L’attore ha viaggiato lungo il confine a Pacaraima; poi, a Boa Vista, ha visitato uno dei più larghi accampamenti per i venezuelani in Brasile. Oltre 1.000 persone, la metà dei quali bambini, vivono nel luogo in cui l’Unicef e i suoi partner forniscono assistenza umanitaria. Neeson ha partecipato ad attività ricreative e formative che puntano a preparare bambini e adolescenti per la loro integrazione nelle scuole brasiliane e si è unito a un campo vacanze extrascolastico che ha l’obiettivo di far nascere amicizie attraverso attività sportive e culturali.

© Riproduzione riservata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.