×

Il baritono Giorgio Caoduro e il suo amore per Rossini

Pesaro, 5 ago. (askanews) – A 40 anni, nel pieno di una carriera iniziata molto precocemente, già affermato nel panorama mondiale, il baritono Giorgio Caoduro racconta il suo amore per Gioachino Rossini.

“Rossini è il più grande e il mio primo amore musicale, fin dalla primissima audiocassetta che comprai da ragazzino in un mercatino delle pulci. Rossini è gioia di vivere, è ritmo, è frenesia elegante ma misurata, quando ascolti la musica di Rossini non puoi stare fermo devi ballare”.

Caoduro sarà infatti Gaudenzio ne “Il Signor Bruschino” al Rossini Opera Festival 2021 dal 10 al 18 agosto a Pesaro.

“Cantare Rossini è una scarica di adrenalina perchè con la sua musica si raggiunge la massima espressione del virtuosismo scritta per voce grave. L’arte del Baritono virtuoso è fare un triplo salto mortale col sorriso sulle labbra per stupire il pubblico e lasciarlo senza parole”.

Recentemente Giorgio Caoduro è uscito con l’album “Gioacchino Rossini, the Art of Virtuoso Baritone” che racconta così:

“Nel mio album ho deciso di ho deciso di affrontare un’ampia gamma di tipologie vocali, dalle più gravi, nominalmente per basso, alle più acute attualmente affidate esclusivamente ai baritoni, perchè credo che questa settorialità sia un falso storico creato nel ‘900, infatti ai tempi di Rossini nemmeno esisteva la definizione di baritono, esisteva solo la voce grave che si alternava al tenore”.

Friulano doc, Giorgio Caoduro è uno dei migliori e celebrati belcantisti del panorama mondiale.

“Per mia fortuna la mia voce ama Rossini almeno quanto lo amo io e ha sempre dato il meglio di sé solo per lui”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora