> > La Russa: “Meloni è l’unica che può risollevare il Paese. Sulla Giustiz...

La Russa: “Meloni è l’unica che può risollevare il Paese. Sulla Giustizia, punta su Nordio”

la russa meloni

Il neopresidente del Senato Ignazio La Russa ha ribadito la propria fiducia nei confronti della premier in pectore Giorgia Meloni.

Ignazio La Russa, appena eletto presidente del Senato, è certo che Giorgia Meloni sia l’unica in grado di “risollevare le sorti del Paese”.

Lo ha detto a Porta a Porta. L’esponente di Fratelli d’Italia ha anche affermato che la premier in pectore sia determinata a nominare Carlo Nordio ministro della Giustizia e trovare un compromesso con Silvio Berlusconi.

La Russa: “Meloni è l’unica che può risollevare il Paese”

Per il neopresidente del Senato Ignazio La Russa, “Meloni è l’unica che può risollevare le sorti del Paese”. Lo ha dichiarato a Porta a Porta, il programma di Bruno Vespa che andrà in onda a partire dalle 23:30 nella tarda serata di martedì 18 ottobre.

In occasione del suo debutto televisivo post elezione a Palazzo Madama, parlando della premier in pectore, La Russa ha ricordato: “Quando la conobbi era già una brillante militante. Rappresenta per me una sorella minore, anche per l’affetto che reciprocamente c’è tra di noi. Non c’è solo una stima politica, ma vi è un sentimento sincero. Se c’è qualcuno che ce la può fare in Italia è proprio Meloni. Sarei presuntuoso se dicessi che questo governo sarà in grado di affrontare tutte le difficoltà che ci sono.

Tuttavia sono estremamente convinto delle capacità della Meloni”.

A proposito della sua elezione nel ruolo di presidente del Senato, poi, ha precisato: “Per me avere atteggiamenti ‘informali’ non è un comportamento sbagliato. Su questo, durante la mia presidenza, terrò a dare un’impronta personale, perché è giusto distinguere i momenti formali da quelli legati alla vita di ogni giorno”.

Il nodo Giustizia: “L’intenzione è Nordio. Con Berlusconi, le cose si possono sistemare”

Il fedelissimo di Giorgia Meloni, nello studio di Porta a Porta, è anche intervenuto sulla candidatura di Carlo Nordio al Ministero della Giustizia. “Abbiamo fatto le liste, e non è che la candidatura di Nordio fosse già decisa ma su questo Giorgia Meloni ha insistito molto. Questa è l’intenzione di Giorgia. Non mi risulta che abbiano trovato già una decisione definitiva, anzi. E non mi risulta che la Casellati, ottima presidente del Senato, abbia detto ‘o Giustizia o niente’.

Per cui ritengo che le cose si possano sistemare”, ha precisato La Russa.

La seconda carica dello Stato, infine, ha commentato le parole del presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, sui rapporti recentemente riallacciati con il presidente russo Vladimir Putin. “Berlusconi ha questi rapporti personali a cui vuole sempre tenere fede. Ricordo la resistenza che fece quando si trattava di stare nell’alleanza contro Gheddafi ma sono convinto che al di là delle frasi, tra l’altro rivolte ai suoi ristretti collaboratori, alla fine non ci sia nessuna sbandata”, ha sottolineato.