×

Lo spettacolo scende in piazza a scioperare

default featured image 3 1200x900 768x576
6568725DB6CFE1279E92BB46461539

Giornata di scioperi oggi nel mondo dello spettacolo. Quasi 250mila lavoratori del settore, supportati da molti volti noti, hanno aderito alla protesta organizzata dai sindacati Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil contro i tagli previsti nella Finanziaria 2011.

Il motivo del disagio consiste proprio nei fondi statali che hanno toccato il minimo storico (288 mila euro) ma quello che chiedono i manifestanti è anche il ripristino delle agevolazioni fiscali, la legge dello spettacolo dal vivo e lo stop alla delocalizzazione delle produzioni cineaudiovisive.

La protesta è iniziata questa mattina in un cinema di Roma e ha visto la presenza di registi e attori che nemmeno in una prima. Da Carlo Verdone a Veronesi, da Giulio Scarpati a Giorgio Tirabassi, da Simona Izzo a Valerio Mastrandrea.

Presente anche il ministro della Cultura Sandro Bondi che ha ribadito il suo impegno a ottenere la proroga degli incentivi fiscali a favore del cinema, una misura che dovrebbe giovare al bilancio economico.

Ma Bondi non è stato l’unico uomo politico a prenderne parte, alla manifestazione infatti, erano presenti anche esponenti del Pd e dell’Italia dei valori.

Nel frattempo chiusi cinema, teatri e set cinematografici e la giornata di sciopero nazionale ha registrato delle manifestazioni anche a Torino dove i manifestanti hanno bloccato simbolicamente via Po.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora