×

Michelangelo era un assassino?

Condividi su Facebook

Un incredibile pettegolezzo sul grande artista rinascimentale

Che Michelangelo Buonarroti (1475-1564) sia stato uno dei maestri più grandi e amati nella storia dell’arte mondiale, è un fatto incontrovertibile, ma che la grande passione per la pittura e la scultura abbiano potuto trasformarlo in un freddo e spietato assassino, è un’idea che fa accapponare la pelle.

Eppure questa voce girava insistentemente nella società e negli ambienti artistici dell’epoca: Michelangelo avrebbe accoltellato un ragazzo per farne essiccare il giovane corpo, poterlo analizzare, studiare e infine servirsene per la realizzazione di un Cristo.

La comprensione dell’anatomia umana fu uno dei maggiori interessi di Michelangelo, finalizzata ad una migliore rappresentazione pittorica e scultorea possibili, ma sembra assurdo e inverosimile che possa averlo condotto a un gesto tanto folle ed efferato; la spiegazione più plausibile è che la diceria, veramente “pesante”, sia stata fatta circolare da artisti rinascimentali invidiosi del talento e del genio michelangioleschi, con lo scopo di screditarlo presso quei ricchi mecenati e quelle corti che si contendevano i suoi servigi.

Inoltre, nonostante il noto caratteraccio, non si conoscono denunce o processi intentati contro l’artista toscano.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.