Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Salvini attaccato dai gabbiani, è polemica con Virginia Raggi
Politica

Salvini attaccato dai gabbiani, è polemica con Virginia Raggi

Salvini gabbiano
Salvini gabbiano

Il vicepremier, preoccupato per la presenza di questi "mostri" sul tetto del Viminale, ha incolpato la giunta della sindaca pentastellata.

Matteo Salvini sale, nonostante il fiatone, sulla scaletta che lo porta sul tetto del Viminale. Il tutto in diretta Facebook, mentre saluta per nome gli elettori-follower che lo seguono in tutte le sue dichiarazioni. Ma, giunto a destinazione, si rende conto che “c’è un gabbiano incazzoso” che lo preoccupa. “Amico mio, non voglio disturbare niente e nessuno”, dichiara rivolgendosi al pennuto. Ma subito il vicepremier coglie l’occasione per aprire una polemica con Virginia Raggi a proposito della cura della capitale. “Se i rifiuti fossero tolti dalle strade e non rimanessero lì a marcire non ci sarebbero questi esseri di dimensioni gigantesche e irritati”, commenta il leader leghista.

Salvini contro gabbiani e rifiuti

Durante la diretta Salvini ha paragonato i gabbiani a F35, pterodattili e veri e propri mostri. “Cerchiamo di schivarli ma continuo a sentire delle urla”, ha spiegato. “Questi ingrassano perché mangiano l’immondizia che trovano per strada. Il Comune di Roma la tolga, non se ne può più.

A me piacciono anche in spiaggia, ma qua sono un po’ più aggressivi”.

La replica del M5S

La replica della giunta di Virginia Raggi non si è fatta attendere ed è arrivata, così come l’accusa, tramite Facebook. A rispondere a Salvini è stato Giuliano Pacetti, consigliere capitolino e membro del Movimento Cinque Stelle. Condividendo il tweet del vicepremier leghista, ha commentato: “Ma Salvini perché una volta tanto che sta al Ministero invece di mettersi alla scrivania sta sul tetto a guardare i gabbiani? Mi dispiace molto per i poveri gabbiani, abituati a stare sul tetto di un Ministero sempre vuoto, spaventati da questa improvvisa presenza”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2620 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.