Quanto ci vuole per disintossicarsi dall'alcol
Quanto ci vuole per disintossicarsi dall’alcol
Salute

Quanto ci vuole per disintossicarsi dall’alcol

alcol
alcol

Il processo di disintossicazione dall'alcol dura circa 6 settimane e può provocare effetti collaterali gravi. Consultare un medico prima di iniziarlo.

La disintossicazione è il trattamento per la dipendenza fisica dell’organismo umano dall’alcol. Il processo di disintossicazione dura circa sei settimane e serve ad eliminare appunto l’alcol dal corpo, permettendo all’alcolizzato di iniziare dei programmi di cura per la guarigione. Tutt’altra cosa sarà invece eliminare la dipendenza psicologica, che è un procedimento molto più lungo e complesso.

Disintossicazione alcol tempi

La disintossicazione è l’inizio del viaggio verso la guarigione. Mentre alcune persone decidono di disintossicarsi da soli, altri optano per dei centri di disintossicazione, questa tuttavia è una scelta personale. Ad ogni modo è sempre opportuno e necessario consultare un medico prima di iniziare qualsiasi tipo di programma di disintossicazione.

In generale il processo di disintossicazione fisica dura circa sei settimane. I sintomi di astinenza da alcol più gravi si verificano durante le prime tre settimane, ma anche le rimanenti settimane possono essere difficili, con sintomi residui di insonnia e ansia.

Dalla I alla III settimana

Dalla prima alla terza settimana tendono a verificarsi dei sintomi intensi dovuti alla disintossicazione.

Il sistema nervoso è stato provato dall’abuso di alcol e adesso soffre di una depressione delle sinapsi dovuta alla sua mancata assunzione. I sintomi durante questo periodo possono includere tremori, ansia, convulsioni gravi, allucinazioni, agitazione e talvolta anche insufficienza cardiaca. Nei casi più gravi gli stadi iniziali della disintossicazione possono essere pericolosi e possono provocare addirittura la morte. A causa degli intensi effetti collaterali dell’astinenza dall’alcol, i medici spesso somministrano dei farmaci durante le prime tre settimane, come ad esempio degli ansiolitici o dei farmaci specifici per l’epilessia.

Dalla III alla VI settimana

Gravi effetti collaterali della disintossicazione dall’alcol di solito cessano dopo la terza o la quarta settimana. Dalla terza settimana in poi il corpo è sufficientemente libero dall’alcol, quindi i sintomi sono persistenti ma non così gravi. Questi possono includere insonnia e ansia, le quali, tra l’altro, possono durare per mesi o anni.

Ospedale Vs ambulatorio

Il processo di sei settimane della disintossicazione dall’alcol può avvenire a casa o in un centro.

I pazienti che scelgono il metodo casalingo dovrebbero farsi controllare regolarmente da un medico o uno specialista. Il medico potrebbe indirizzare una persona con problemi di salute mentale in un centro di trattamento per la disintossicazione.

Il passo seguente

Dopo le sei settimane iniziali della disintossicazione dall’alcol, le persone di solito iniziano un programma per imparare come avere a che fare con la loro dipendenza mentale ed emotiva dall’alcol. Potrebbero anche cercare l’aiuto di un terapista e frequentare incontri degli Alcolisti Anonimi. Coloro che sono stati disintossicati in un centro possono rimanere lì e completare il programma di riabilitazione. La lunghezza di questi programmi varia, ma di solito durano dai tre ai sei mesi. Al di là della disintossicazione dall’alcol, la parte più difficile da superare è appunto quello della dipendenza psicologica e mentale. È un percorso lungo e travagliato e l’individuo deve avere la forza e la volontà di riorganizzare tanti aspetti della sua vita e spesso di ricostruire il suo rapporto con gli altri.

Per approfondire

Il libro seguente racconta la storia di un gruppo di ragazzi che si affidano completamente all’alcool, attraverso le voci alternate di un padre e un figlio che rappresentano due generazioni molto diverse e lontane.

La storia è un tentativo di comunicazione tra genitori e figli che hanno visioni opposte, ma che cercano di trovare un punto di incontro nonostante i conflitti. Il volume si pone come una denuncia al mondo di oggi in cui i giovani trovano sostegno nell’alcool per far fronte alla vita reale, il che può condurre a conseguenze irreparabili.

Le vicende di un gruppo di ragazzi ubriachi, raccontate nell’arco di una notte nel panorama del Portogallo che fa da sfondo alla storia. Il libro racconta le storie dei protagonisti che si intrecciano in una notte e sfociano in un finale tragico. Realistico, crudo e ricco di colpi di scena.

Gli effetti dell’alcool sono raccolti in questo volume tra le voci di scrittori italiani più noti che si mettono a nudo. Un viaggio nelle paure e nelle ossessioni di chi racconta, in grado di ripercorrere i vari stadi a cui l’alcool porta ognuno di noi.

Un libro in grado di rispecchiare chiunque e di rivelare la parte più nascosta del nostro inconscio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche